Napoli-Acerra, sperona la sorella in scooter che cadendo muore sul colpo e picchia la compagna di lei.

La vergogna per la relazione gay della sorellalo porta a consumare una tragedia.

Antonio Gaglione, 25 anni, ha speronato le due donne in  scooter uccidendo la sorella, Maria Paola Gaglione, 22 anni, morta sul colpo durante la caduta, per poi avventarsi sulla compagna di lei, Ciro, pestandola a sangue, mentre era a terra e ferita.

La relazione sentimentale tra le due ragazze era un motivo d’imbarazzo troppo forte per il giovane, che ha spezzato la vita della sorella.

Incolpava la compagna di lei per averla infettata. Come se il loro amore fosse una malattia infettiva e Ciro l’untore.

Una relazione fatta di sentimento e passione che Antonio non riusciva ad accettare fino al tragico epilogo.

La compagna di Maria Paola era sua coetanea di Acerra e con lei aveva una relazione stabile ne ostentata ma neppure nascosta. Questa convivenza che durava da tempo fra le due non è stata accettata dal fratello della ventiduenne.

Il fatto è avvenuto in Via Etruschi ad Acerra.

L’associazione transessuali Napoli, commenta su Instagram:”Maria Paola e Ciro sono due persone. Due vittime punto. Narrare o giustificare gli eventi secondo l’orientamento sessuale o di genere significa essere complice della stessa violenza omotranslesbofobica.”

 


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.