LATINA – Miele (Lif): «Impreparati alla seconda ondata di Covid. Le misure del Dpcm preoccupano per la tenuta sociale ed economica del Paese». Lo afferma la consigliera comunale e promotrice di Laboratorio Identità Futuro Giovanna Miele

«Le misure contenute nell’ultimo DPCM sono molto preoccupanti per la tenuta economica e sociale del Paese. Interi comparti rischiano di non farcela a sopportare chiusure obbligate e aperture limitate negli orari e nelle modalità di svolgimento delle proprie attività. Invito tutti a una riflessione ampia su questo. E’ vero che l’emergenza sanitaria creata dalla pandemia da Covid 19 è un tema serio e assolutamente da non sottovalutare ma allo stesso tempo è necessario comprendere che se dobbiamo imparare a convivere con questo virus non possiamo periodicamente ricorrere a chiusure e limitazioni delle attività produttive. Se ogni volta che ci troviamo di fronte a ondate e focolai bisogna organizzare un lockdown o un semi-lockdown, la nostra economia è segnata. Mi chiedo se non esistano strade diverse per fare in modo che oltre a contenere il virus si possano anche salvare interi comparti produttivi del Paese.

Va poi detto che da maggio a oggi ci sono stati mesi interi per organizzare meglio la struttura sanitaria del Paese e nello specifico della nostra Regione e della nostra provincia. Mesi nei quali andavano studiati gli interventi per aumentare i posti letto, le dotazioni sanitarie, per assumere medici e infermieri, per migliorare il contact tracing, insomma per farsi trovare preparati ad una seconda ondata che tutti sapevano sarebbe arrivata. Invece abbiamo passato l’estate a parlare dei banchi con le rotelle e dei bonus per i monopattini. Così ci ritroviamo un’altra volta a dover affrontare la seconda ondata con un altro stato di emergenza. Da parte mia, la massima vicinanza e il più sentito ringraziamento a medici, infermieri e personale sanitario tutto che in queste settimane stanno lavorando senza tregua per combattere il virus e salvare più vite umane possibile».


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.