LATINA – ‘Ndrangheta sequestrate due società a Latina, in manette Tommaso De Angelis. Anche due società con sede nel capoluogo pontino sono finite nel calderone di quelle sequestrate nell’ambito di un’operazione dei carabinieri di Reggio Calabria. I militari dell’Arma hanno arrestato, per associazione mafiosa, Tommaso De Angelis, 59 anni, presunto esponente della cosca di ‘ndrangheta «Alvaro-Pajechi».

I militari hanno eseguito, infatti, un provvedimento di sequestro di beni per un valore di 16 milioni e mezzo di euro. L’arresto di De Angelis ed il sequestro di beni sono stati eseguiti nell’ambito delle indagini denominate «Camaleonte» e «A ruota libera» svolte, rispettivamente, dai carabinieri della Compagnia e del Nucleo
investigativo di Reggio Calabria.

La prima riguarda i lavori per la realizzazione della fermata di Pentimele di Reggio Calabria della metropolitana di superficie, per un importo di 2,1 milioni di euro, appaltati da Rete ferroviaria italiana ad un’associazione temporanea di imprese, e la costruzione per 860 mila euro di un sovrappasso. La seconda indagine riguarda due
lavori banditi nel giugno 2013 dal Comune di Reggio Calabria.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.



Articolo precedenteGabriella Ferri, l’angelo biondo di Testaccio. Gli stornelli, il successo e la terribile depressione.
Articolo successivoFederico Paolini, il giovane direttore artistico con ” Aprilia Film Festival”, diventa la promessa del futuro