PONTINIA – L’HC Cassa Rurale Pontinia lotta, mette in campo tutto l’impegno e la qualità di cui dispone, ma trova sulla sua strada un portiere avversario in serata di grazia. Finisce 31-26 per le padrone di casa dell’Erice gara-3 di semifinale play off. Si infrange così il sogno delle impagabili ragazze pontine allenate da Antonj Laera e Giovanni Nasta di giocarsi una finale scudetto, in cui credevano fermamente, come sottolinea a fine match il tecnico Laera: «Ci abbiamo creduto ma purtroppo abbiamo sbagliato tanto dai sei metri ma nel complesso sono soddisfatto perché le ragazze hanno corso fino all’ultimo secondo ed è giusto che la loro determinazione venga sottolineata, hanno provato a fare la storia ma non ci sono riuscite, nei prossimi giorni analizzeremo con più calma questa parte finale della stagione».

«Voglio ringraziare le ragazze per la grande stagione che hanno fatto e per averci portato molto vicino a giocarci una finale scudetto, purtroppo non siamo riusciti ad adattarci al metro arbitrale e le nostre avversarie hanno avuto la capacità di crederci di più – aggiunge Giovanni Nasta – noi purtroppo non siamo riusciti a segnare come avevamo preparato e ci dispiace aver deluso il nostro pubblico che ci credeva molto, proprio come noi».

Primo tempo molto equilibrato che si chiude con l’Erice avanti di una sola lunghezza (15-14) ma con il Pontinia assolutamente in partita e capace di spingersi spesso in avanti piazzando break importanti. Il Pontinia passa dal 6-5 al vantaggio di 6-7 con Stefanelli e due gol di Ateba che valgono il sorpasso del Pontinia al minuto numero 13. Il match è vivo e si combatte da entrambe le parti: 8-9 con Stettler e 11-11 con Gomez dopo 23 minuti poi arriva Ateba e segna l’ennesimo vantaggio (11-12), il Pontinia ruggisce nella seconda trasferta consecutiva poi nel finale di primo tempo l’Erice si prende un mini margine di vantaggio al fischio che manda le squadre negli spogliatoi per l’intervallo sul 15-14.

In avvio di secondo tempo il Pontinia subisce il ritorno di Erice che si porta avanti di quattro lunghezze (20-16) poi Colloredo e compagne recuperano e con due gol in sequenza di Gomez torna a -2 (21-19), l’Erice scappa ancora e torna a più quattro con Masson che para due rigori consecutivi ad Ateba e Gomez. Al minuto 50 il Pontinia è sotto di tre gol (24-21) grazie al siluro di Stefanelli che s’infila sotto l’incrocio dei pali: Masson neutralizza il sette metri di Podda e l’Erice allunga arrivando fino al 28-22, un vantaggio che le permette di prendersi definitivamente la partita 31-26.

AC LIFE STYLE ERICE – HC CASSA RURALE PONTINIA 31-26 (15-14)
AC LIFE STYLE ERICE: Masson 1, Bernabei, Notarianni, Coppola 6, Tarbuch, Losio 6, Basolu, Cozzi 2, Pugliara, Gorbatsjova 2, Raicevic, Manojlovic 4, Benincasa, Iacovello, Ecok 10. All. Gonzales Gutierres
HC CASSA RURALE PONTINIA: Mkadem Sitzia, Peppe, Podda 1, Saraca, Lo Biundo, Lucarini, Colloredo 5, Stettler 3, Apuzzo, D’Ambrosio, Stefanelli 6, Ateba 7, Gomez 4, Crosta. All. Laera – Nasta
Arbitri: Cardone – Cardone, del. Visciani


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.