Restaini (FI): cultura in svendita al Comune di Roccagorga

346

Roccagorga (LT) – L’esponente di Forza Italia al Comune di Roccagorga, critica fortemente l’operato dell’amministrazione comunale che ha deciso di “licenziare” l’Associazione Culturale “Progetto Lepini” nel nome della legalità.

Dalle parole false ed ipocrite ai fatti negativi di un’amministrazione che invece di governare, in solo 18 mesi ha solo pensato a distruggere, a spargere odio e rancore in una comunità che da sempre ha messo a bando tali disvalori! Si rimane veramente sconcertati nel leggere la delibera di Giunta del 14.01 con cui si epura l’Associazione Culturale Progetto Lepini, grazie alla complicità di un assessore alla cultura inesistente, smemorata ed a un Sindaco che dovrebbe aver svolto il ruolo di assessore alla cultura per 5 anni nella giunta del Sindaco Amici, collaborando e lavorando con questa associazione, ma forse non se ne è resa conto! Sono passati solo 18 giorni dall’ultimo consiglio comunale in cui l’assessore esterno alla cultura si palesa con 3 regolamenti, frutto non del suo impegno, e dimentica non di ringraziare, questione di stile, ma solo di citare l’associazione Progetto Lepini che ha in carico la biblioteca, l’EtnoMuseo, il centro di aggregazione giovanile. Dimenticanza? Dopo il mio intervento che elogiava la grande professionalità delle ragazze socie dell’Associazione, che si prendono cura del sistema culturale nel nostro paese, di cui ho avuto modo di apprezzarne competenza e professionalità nel breve periodo di assessore alla cultura di questa nefasta amministrazione, solo allora l’assessore alla cultura si scusa per aver dimenticato i ringraziamenti confermando che c’è uno spirito di grande collaborazione! Non c’è che dire! Le parole pesano come macigni di fronte alla falsità d’occasione e a comportamenti contrari alle dichiarazioni rilasciate. Una vergogna, si dichiara grande collaborazione ma c’è chi ha deciso per la cessazione del rapporto convenzionale! Troppo oneroso? No se si pensa che per mantenere aperte le strutture l’Associazione costa poco più di 2,00 euro l’ora! Semplicemente la Sindaca che ha il registro dei votanti a suo favore, e le richieste dei clientes premono per incarichi che ancora non arrivano, si deve procedere con una certa celerità alla sostituzione politica, dal centro sinistra in cui militava, con la tessera del pd con cui ha giocato al finto civismo, alla destra dei F.lli d’Italia che fa valere il proprio appoggio a suon di incarichi per consulenti e amici. Tutto attorno il silenzio. Assessori giovani alla prima esperienza che votano a favore del “licenziamento” di altrettanti giovani, una guerra tra poveri giocata malissimo in una comunità che avrebbe bisogno di ben altro. Un’Associazione che ha saputo gettare il cuore oltre lo stagno, che ha promosso tante iniziative, che ha favorito l‘inserimento lavorativo di inclusione sociale, che ha attenuto riconoscimenti regionali e nazionali per il museo di qualità, che ha visto finanziati i propri progetti, che è punto di riferimento per il sistema bibliotecario in rete e dei musei, che dal 14 gennaio ha ricevuto il preavviso di fine collaborazione!

Un Paese non è libero né lo rimane per concessione di un amministratore locale, ma per scelta e volontà di una comunità, sia quando splende il sole sia nel buio delle emergenze.

E’ proprio dal buio delle emergenze che sarebbe stato necessario tenere viva la cultura, invece che spegnere l’entusiasmo di tante ragazze a cui va il mio ringraziamento personale e penso di interpretare il sentimento di tante persone che quotidianamente hanno potuto apprezzarne serietà, professionalità e passione. Non sempre il prezzo è proporzionale al lavoro svolto, ma se in tanti anni di attività è stato possibile mantenere vivi ed aperti i luoghi della cultura a Roccagorga, ospitare e realizzare progetti con le scuole della provincia di Latina, allestire la nuova area dell’EtnoMuseo, riscoprire la bellezza di cappella nascosta da un restauro sbagliato, c’è qualcosa che non ha prezzo! Il valore umano della cultura.

 


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.