ROMA-Parte della Sinistra italiana si schiera in difesa di Tomaso Montanari chiedendo un’interrogazione parlamentare. Il Generale Euro Rossi chiede rispetto per le vittime delle Foibe.

 

Una dozzina di senatori giallorossi in un’interrogazione rivolta al ministro dell’Università e della Ricerca scientifica, Maria Cristina Messa, chiedono di adottare iniziative a tutela della libera docenza del professore Tomaso Montanari, minacciato di sospensione o addirittura di licenziamento dall’insegnamento.

 

“Montanari va difeso dagli attacchi strumentali da parte dei principali esponenti della destra italiana e di numerose testate giornalistiche d’area intervenuti pesantemente sulle opinioni personali di un docente”, dichiarano nell’interrogazione parlamentare.

 

Della difesa della memoria delle vittime delle Foibe però non c’è menzione da parte di questi, provocando ulteriori polemiche sulla questione, che smuovono le coscienze di molti, tra cui il Generale Euro Rossi, che dichiara:“Non c’è proprio serietà e rispetto per le vittime delle foibe se da parte di alcuni esponenti della sinistra nostrana è anche partita una interrogazione parlamentare in difesa di Montanari e delle sue bufale sulla tragedia delle Foibe!

 

Si parla di “attacchi strumentali” rivoltando la frittata nonostante sia chiaro che mentono sapendo di mentire. Si agitano per difendere con bugie e discredito gratuiti il fatto che i Giuliani dalmati hanno scontato l’avvento del comunismo jugoslavo di Tito con la complicità del PCI. Questo è ciò che interessa ai giustificazionisti: difendere a spada tratta le esecrande azioni dei partigiani titini e dei compagni di merende “italiani” (virgolettato volutamente perché di italiano avevano solo i dati anagrafici).
Difendere l’indifendibile in nome di un credo politico vi potrà anche fare onore ma è disgustoso se si guarda a monte l’origine del fatto.
Per cortesia un po’ di decenza, lasciate riposare in pace le vittime delle foibe.

 

Generale Euro Rossi, già membro della Commissione incaricata dell’esame delle domande per la concessione di un riconoscimento ai congiunti degli infoibati, istituita dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri ai sensi dell’art. 5 comma 1 della legge 30 marzo 2004 n. 92


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.



Articolo precedenteZingaretti a Latina per Coletta : ” Non si puo’ tornare indietro”
Articolo successivoMiss mondo, Giulia Colacchi di Anzio tra le 5 finaliste nazionali
Sono nata a Roma il 29 ottobre del 1981, vivo a Sermoneta dove gestisco una piccola impresa nel borgo medievale. Nella mia cittadina, che amo e vivo con entusiasmo, mi interesso di politica e attività sociali. Laureata in Scienze dell'Amministrazione e dell'Organizzazione, sono molto attiva nel volontariato. Dalle pagine di News-24.it spero di raccontarvi con entusiasmo e passione la mia splendida Sermoneta: un borgo incantato, dove è possibile fare un viaggio nel tempo e nella natura...