Un brodino caldo, anzi bollente, per la Fiorentina.

Verona – Fiorentina  1 – 2: cronaca e commento sui giocatori.

54
Foto da "La città di Salerno"

FIRENZE – 20 aprile 2021

Verona – Fiorentina  1 – 2

La squadra viola in campo con un 3 – 5 – 2

Dragowski, Caceres, Pezzella, Quarta, Venuti, Bonaventura, Amrabat, Pulgar, Biraghi, Ribery, Vlahovic.

2’ Subito occasione per il Verona, con un colpo di testa Dragowski fa il miracolo e Biraghi salva sulla linea.

11’ Gran colpo di testa di Vlahovic da assist su punizione di Pulgar: palla fuori di poco.

17’ Ancora Verona: tiro insidioso di Lasagna, Dragowski mette in angolo.

18’ Di nuovo Lasagna, che sugli sviluppi di calcio d’angolo colpisce di testa, Venuti salva sulla linea a portiere ormai battuto.

20’ Ammonizione per Bonaventura che, diffidato, salterà la gara di domenica contro la Juventus.

La Fiorentina fa fatica ad impostare il gioco, specialmente a centrocampo, solo lanci lunghi.

Iachini inverte Amrabat e Bonaventura, in questo modo il calciatore marocchino riesce a contrastare il gioco rendendosi maggiormente pericoloso.

32’ Bella giocata di Ribery, il portiere del Verona si salva.

La squadra Viola sembra svegliarsi e prendere coraggio: la mossa del mister sta funzionando.

45’ Rigore per la Fiorentina: Buonaventura viene steso in area avversaria dopo una giocata di Venuti e Ribery, Vlahovic non perdona dagli undici metri.

Finisce il primo tempo. Uno a zero per i Viola.

49’ Annullato goal alla squadra scaligera per netto fuorigioco.

56’ Insidiosa punizione di Biraghi, che il portiere mette in angolo.

64’ Raddoppio Viola: Caceres dopo una ribattuta mette la palla in rete.

71’ Il Verona accorcia le distanze, Salcedo di testa la mette dentro. Dormita generale di  Dragowski e Caceres.

76’ Cambio per la squadra gigliata: esce Ribery ed entra Kouame.

84’ Per i Viola escono Bonaventura e Biraghi, entrano Castrovilli ed Igor.

Dopo cinque minuti di recupero la partita finisce, i Viola portano a casa tre punti importantissimi per la permanenza in serie A, fondamentale è restare concentrati, lo spettro della serie B non è ancora stato del tutto esorcizzato.

Un mio giudizio sui singoli.

Dragowski – Sempre sicuro e reattivo in tutte le occasioni, unico neo: rimane inerte sulla traiettoria del pallone in occasione della rete del Verona.

Quarta – Primo tempo in sofferenza, dalla sua parte gli avversari sono sempre in superiorità numerica, secondo tempo più sicuro, a parte il goal sbagliato in pieno recupero.

Pezzela – Dopo le critiche ricevute contro il Sassuolo, ottima prestazione e massima concentrazione su tutti i palloni.

Caceres – Si fa sorprendere dal colpo di testa di Salcedo, ottiene il riscatto segnando il raddoppio Viola.

Venuti – Uno tra i migliori, salvataggio sulla linea di porta con Dragowski battuto; fondamentale nell’azione del rigore che porta in vantaggio la squadra gigliata.

Bonaventura – Inizio complicato, poi Iachini gli cambia posizione e dal quel momento diventa fondamentale; su di lui il fallo del rigore. Unica pecca l’ammonizione che gli costa la possibilità di partecipare alla partita contro la Juventus.

Pulgar – Una gara fatta di sacrificio e copertura in ogni zona del campo.

Amrabat –  Una volta scambiatosi di posizione con Bonaventura, lotta con grinta su tutti i palloni, molti falli tattici.

Biraghi – Impalpabile, sulla sua fascia gli avversari hanno campo libero, colpevole anche lui della rete del Verona.

Vlahovic – Cecchino implacabile dal dischetto, lotta e difende tutti i palloni in qualsiasi parte del campo, tiene sempre sotto pressione i difensori avversari, non si risparmia nemmeno un minuto.

Ribery – Al limite della sufficienza, con il trascorrere del tempo tende a scomparire dal gioco, si è dimostrato ben lontano dal giocatore che conosciamo.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.