Vaccini: dal 4 marzo al via per i più vulnerabili

Circa 14.000 le dosi di Moderna messe a disposizione dalla Regione per queste categorie.

86

FIRENZE- Da domani, giovedì 4 marzo, in Toscana avrà inizio la vaccinazione delle persone estremamente vulnerabili. Dichiara infatti Simone Bezzini, assessore regionale alla sanità, che la Regione metterà a disposizione delle Aziende sanitarie ed ospedaliero-universitarie circa 14.000 dosi di Moderna. Le persone che rientrano in questa categoria non avranno necessità di prenotarsi perché saranno le stesse aziende territoriali ed ospedaliere a mettersi in contatto con loro, sulla base di un preciso elenco nazionale di soggetti particolarmente vulnerabili, per stabilire ora e giorno della vaccinazione. A supportare l’attività delle Aziende territoriali arriveranno anche i medici di medicina generale che, dopo aver finito di somministrare il vaccino agli over 80, potranno integrare il lavoro che viene portato avanti dalle Aziende su queste categorie. Inoltre, è importante specificare che, qualora questi soggetti a rischio non potessero ricevere la dose a causa di particolari condizioni di salute, al loro posto potranno essere vaccinati i conviventi ed i caregiver.

L’assessore Bezzini aggiunge infine, parlando invece di AstraZeneca, che “stiamo ragionando sul reimpostare la vaccinazione di AstraZeneca anche su criteri di età e patologia, sulla base delle indicazioni del Piano Nazionale”: in questo modo, l’uso di questo vaccino sarebbe esteso da 55 a 65 anni, ed anche a persone che, pur non essendo collocate nella categoria degli estremamente vulnerabili, abbiano particolari patologie.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.