Il Goretti di Latina, dopo l’Umberto I, è la struttura in cui si stanno somministrando più anticorpi monoclonali. A fare il punto, alla presenza dell’assessore D’Amato, è stata la dirigente della Uoc di Malattie infettive, Miriam Lichtner: “Appena abbiamo avuto a disposizione gli anticorpi monoclonali, da lunedì 22 marzo – ha spiegato – abbiamo iniziato le somministrazioni e ad oggi abbiamo un gruppo di pazienti seguiti che arriva a 70. I risultati sono molto incoraggianti, si tratta di soggetti vulnerabili che fino ad ora è arrivato a una patologia grave, nessuno ha dovuto mettere il casco, nessuno è stato intubato e soprattutto il 70% dei pazienti non ha sviluppato ulteriori sintomi e il 94% ha avuto una forma lievissima. Siamo soddisfatti. L’organizzazione è un po’ complessa ed è fondamentale la rete territoriale, con l’invio dei pazienti da parte di specialisti e medici di base in una struttura ambulatoriale. Dopo tre ore di osservazione il paziente viene rimandato a casa”. Soddisfazione da parte del Ceo della BSP di Latina, dr Aldo Braca, che tanto si è battuto per far utilizzare gli anticorpi monoclonali.

Intanto la giunta regionale ha deciso di destinare 79 ecografi  agli ospedali della provincia pontina. Uno strumento necessario e utile per tutti i nosocomi della provincia di Latina.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.