Cani in spiaggia: il caso chiuso dal Tar di Terracina

68

TERRACINA – Chiuso oggi dal TAR il caso relativo ai cani in spiaggia. Restano comunque questioni aperte, come ad esempio le opere per rendere le spiagge idonee. Accesso monitorato, la presenza di un bagnino, sanificazione, cestini, ecc.

La rettifica viene in riferimento all’ordinanza numero 96/AG del 19 luglio scorso da parte del Comune chiude il caso Terracina. Il Tar del Lazio, sezione di Latina, ha dichiarato «improcedibile» ieri il ricorso presentato dall’associazione Earth, che chiedeva ai giudici amministrativi di annullare l’ordinanza balneare firmata nel mese di aprile dal sindaco Roberta Tintari in cui si vietava ai padroni di animali (quindi anche di cani) l’accesso alle spiagge libere del litorale durante la stagione balneare.

Il caso era emerso fin da inizio stagione quando era stato il circolo Legambiente a chiedere l’annullamento dell’ordinanza nella parte in cui si vietava l’accesso in spiaggia dei cani.

Un arenile idoneo anche alla presenza di cani dovrebbe avere determinate caratteristiche rispondenti alle varie esigenze e che coincidono poi con quelle regole che garantiscono una sana convivenza tra uomini e animali domestici.

Nel Lazio mancano disposizioni specifiche in materia, ma ormai tutti i Comuni si stanno adeguando pian piano.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.