Cappadocia : Terra Arcaica Scrigno Magico

19

Cappadocia: Terra Arcaica Scrigno Magico

 

 

di Sergio Salvatori

 

Arrivando in questa terra, si ha l’impressione di essere scagliati su un paesaggio lunare. Pochi territori sono seducenti e magici come questa regione dell’Anatolia Centrale; paesaggi fantastici come i “camini delle fate”, che caratterizzano le vallate.  La Cappadocia inoltre è famosa per le sue città sotterranee, che vanno ben oltre i cento metri di profondità, come quella di Derinkuyu. Canyon, fiumi e valli rocciose fanno di questa terra “una meta unica al mondo”. Le formazioni rocciose che da lontano si avvertono in modo molto incerto, si rivelano vallate con pareti ondulate, che sono costituite da tenera cenere vulcanica, sparsa qua e là, formate da strani coni dal colore rosato spesso per ricavarvi abitazioni preistoriche. Il Cristianesimo diffuso tra il II e IV secolo, si insediò attratto dalla grandiosità e dalle aspre vallate vulcaniche. In questo luogo si diffuse un esteso lavoro di scavo, per creare abitazioni nella roccia, ma non solo, anche di chiese decorate con pregevoli affreschi di epoca  bizantina. Al tempo dell’invasione araba nel VII secolo, le comunità cristiane sopravvissero scavando tunnel nel tufo e creando città sotterranee per rifugiarsi se ci sarebbe stato pericolo; in questo modo costruirono immense strutture urbanistiche che potevano ospitare fino a cinquantamila persone, composte di passaggi segreti, nicchie e tunnel. Oggi rimaniamo meravigliati d’avanti alle capacità di queste genti per sopravvivere; per poterle visitare senza perdersi, serve assolutamente l’ausilio di una guida. Il segno ideale vulcanico di questa antica terra è dato dalla valle di Goreme, che si estende per oltre centocinquanta kmq, con il suo particolare villaggio avvolto in un apparato scenico unico, mirabile e incredibile. Kale è un’alta presenza rocciosa importante, forata fittamente da gallerie e finestre, che domina il seducente antico borgo di Uchisar. Per la comprensione contemporanea del paesaggio e sperimentare l’atmosfera della Cappadocia, si sono ricavati alloggi nelle antiche rocce, che conservano anche i resti dei periodi ittita, romano e bizantino; un’altra frizzante possibilità è sorvolare la Cappadocia in colorate mongolfiere. Lo sguardo si perderà in un panorama unico e indimenticabile, un’esperienza intensa ed emozionante, che si proverà già inizialmente quando ci si solleverà dal suolo, e una volta giunti in quota, si avrà la sensazione di fluttuare tranquillamente nell’aria, Questa avventura ci rimarrà per sempre, nel cuore e nella mente.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.