LATINA – Nel corso di mirati controlli volti a garantire la sicurezza alimentare i Carabinieri del Nas di Latina, in collaborazione con la locale Arma territoriale, hanno svolto ispezioni presso esercizi di ristorazione e produzione alimenti nei comuni di Cisterna, Aprilia e Sonnino.

Al momento degli accertamenti i militari hanno rilevato, in due attività ispezionate, la presenza di oltre 1200 unità di prodotti dolciari privi di rintracciabilità delle materie prime e la conservazione di 150 chili, di prodotti alimentari vari, in difformità alle procedure di autocontrollo, procedendo pertanto al sequestro amministrativo degli alimenti, per un valore complessivo di circa 2.700 euro, elevando contestualmente due sanzioni amministrative per un importo complessivo di 3.500 euro.

Nel corso della verifica di ulteriore attività, i Carabinieri del NAS hanno segnalato il titolare del negozio all’Autorità Sanitaria per le pessime condizioni igienico-sanitarie dei locali di vendita e deposito degli alimenti poiché non riunivano i requisiti previsti dalle vigenti normative sulla sicurezza alimentare.

Per tale grave situazione generale, personale del Dipartimento di Prevenzione dell’ASL Latina, intervenuto su esplicita richiesta del N.A.S., ha emesso un provvedimento sospensione al titolare dell’attività, fino al ripristino delle corrette condizioni igienico sanitarie. Per quest’ultimo aspetto sarà erogata al titolare una sanzione amministrativa pari a 1.000 euro.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.



Articolo precedenteNoto pregiudicato non si ferma all’alt della Polizia: scatta l’inseguimento per le vie della città
Articolo successivoIl 13 dicembre all’asta mezza Torre della Cigna, il prezzo? 2.422.500 euro