ROMA – Coronavirus, stop alla raccolta del latte: è allarme in tutto il Lazio. Onorati: “Necessario intervento del Governo a tutela del settore”. Come annunciato da Conte ci vuole un atto di grande responsabilità da parte di tutti per la tenuta sociale ed economica del Paese. La filiera agroalimentare italiana è quanto mai strategica e vitale in un momento di grande emergenza come quello attuale, durante il quale l’accesso al cibo va garantito a tutte e a tutti. Così nella sua nota l’assessore regionale Enrica Onorati.

“E’ pertanto inspiegabile – prosegue la Onorati – la presa di posizione, delle ultime ore, dei gruppi di raccolta e trasformazione del settore lattiero caseario bovino, e anche bufalino nel caso della nostra regione, che annunciano mancati ritiri, essendo intenzionati a lasciare il latte a terra, o che addirittura suggeriscono pratiche di allevamento contrarie al benessere animale.

E’ fondamentale la solidarietà, l’impegno e la collaborazione tra tutti i soggetti protagonisti della filiera, dai produttori ai trasformatori. Se le aziende di trasformazione davvero smettessero di ritirare il latte o di ritirarlo cercando di ottenere un prezzo inferiore a quello previsto dai contratti, metterebbero in ginocchio un settore la cui tutela è quanto mai ora necessaria e fondamentale. Il decreto al vaglio del Governo deve assolutamente prevedere azioni di tutela e di indennizzo dei danni che il settore, se continua così, inevitabilmente subirà. E introdurre sanzioni pesantissime per chi approfitterà della situazione, mettendo in atto pratiche di sleale concorrenza.

Lo scrive in una nota Enrica Onorati, Assessore all’ Agricoltura, Promozione della Filiera e della Cultura del Cibo, Ambiente e Risorse Naturali”.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.