Domenica Giornata Nazionale del Veicolo d’Epoca e proiezione di Monte Inferno alla ex Casa Cantoniera di Borgo Sabotino

52

LATINA – Domenica 27 settembre dalle ore 10,00 alle ore 14,00 l’ex casa Cantoniera di Borgo Sabotino ospiterà la Giornata Nazionale del Veicolo d’Epoca “le auto che hanno fatto storia”. L’evento è organizzata dal MUG Museo Giannini, in collaborazione con il Circolo Pontino della Manovella.
L’occasione, per il Presidente del Circolo Pontino della Manovella, coniuga la conoscenza del luogo con la presenza di veicoli storici di pregio e sarà utile per far conoscere le attività del Circolo Pontino, da sempre impegnato nel promuovere eventi e occasioni di incontro e scambio sul motorismo storico.
Il MUG intende celebrare un marchio italiano come la FIAT con alcune auto che a pieno titolo sono nella storia automobilistica del nostro paese. Una F di auto FIAT vedrà alcuni modelli tra cui una FIAT 600 del 1959 con rimorchio recentemente restaurata da Carlo Giannini, che è una vera icona protagonista degli anni ’50 e ’60 l’auto che sostituì la Topolino nel listino FIAT. Una vettura importante, che aveva rappresentato il primo tentativo dell’industria italiana di offrire al mercato un’automobile accessibile al grande pubblico (a cura Associazione Solidarte-aps).
Alle ore 19, invece, sempre nell’ex Casa Cantoniera ci sarà la proiezione del documentario MONTE INFERNO (discarica di Borgo Montello) della regista Patrizia Santangeli. Una storia che riguarda tutti è quella di “Monte Inferno”, un luogo che non esiste sulle carte geografiche ma si trova ovunque. E’ il posto che qualche decennio fa alcune famiglie scelsero per costruire la loro casa e una vita nuova, ma un giorno arrivò una discarica, un cumulo di spazzatura e di indifferenza che cambiò tutto (a cura Associazione A SUD).


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.