LATINA – È venuto a mancare all’età di 82 anni Don Mario Sbarigia, per anni vicario generale della diocesi pontina e punto di riferimento per la comunità cattolica della provincia di Latina. Originario di Filettino, in provincia di Frosinone, già dai primi anni di ministero fu destinato alle zone pontine; prima vicario parrocchiale a Santa Maria Goretti e poi assistente ecclesiastico per gli studenti, nel 1977 fu nominato primo parroco di San Benedetto, a Borgo Piave, mentre nel 1994 in quella di San Luca.

Nominato successivamente vicario generale nel 2003, in qualità di Monsignore fu lui ad accogliere Mariano Crociata quando fu nominato Vescovo nel 2013. Senza dimenticare la carica di direttore della Caritas Diocesana negli anni ’90, punto di riferimento delle associazioni di volontariato della città e da sempre il parroco degli “ultimi”, costantemente vicino alle famiglie, ai giovani e alle categorie più fragili.

«Da sempre amico della Cisl, la sua esistenza è stata caratterizzata dalla vicinanza alla nostra organizzazione» il ricordo del Segretario Generale della Cisl di Latina Roberto Cecere: «Era tra i fondatori del sindacato Scuola, sempre protagonista nelle nostre iniziative e nei momenti più importanti. Penso, ad esempio, a quando aprimmo il nuovo centro di formazione in via Tiberio, in un’area non facile della città di Latina: in quell’occasione venne a portare il suo contributo e a far sentire la parola della fede, dimostrando per l’ennesima volta il suo appoggio mai assente rispetto alle questioni sociali del territorio.

Noi, da parte nostra, lo abbiamo sempre aiuto e sostenuto nella missione che si era dato per aiutare i più deboli, e la notizia della sua scomparsa rende la comunità di Latina più povera. Non sarà facile trovare una figura che possa colmare il vuoto da lui lasciato: come Cisl non possiamo che ricordarlo per l’attività svolta in città, ringraziandolo per il particolare supporto che ha dato al Sindacato nei suoi momenti più importanti».


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.



Articolo precedenteIl cordoglio dell’amministrazione comunale per la scomparsa di don Mario: «Un punto di riferimento per la comunità di Latina»
Articolo successivoPresentato il progetto “Salute a Tavola: Alimentazione Nutrizione Prevenzione”