ROMA -L’uscita di scena del prof Conte, la dichiarazione del Presidente della Repubblica, che convoca al Quirinale Cottarelli per formare un governo tecnico e preparare le elezioni anticipate, fa precipitare la situazione politica, seminando il caos.

Tutti i neoparlamentari sono impauriti, perché il loro futuro è a rischio. Non è mai automatica la rielezione di chi ha già vinto la prima volta,dopo pochi mesi. Perché rivotare riserva sempre sorprese, anche se Salvini è sicuro di fare il pieno.
Pensiamo a Claudio Durigon che si sta occupando con impegno della provincia romana di cui è cordinatore: un ruolo che lo assorbe impegnando ogni sua energia. Pensiamo al sorriso di Zicchieri, oggi forse più spento, mentre Marinella Pacifico,che mangia solo frutta caduta dagli alberi,è spaesata,il suo sguardo si perde nel vuoto. Sta in meditazione per capire che fare.

Moscardelli si sta scaldando e già pensa al ritorno in lista, mentre Sesa Amici è stata convocata urgentemente a Roma dal ministro Orlando, capo della sua corrente antirenzi. Federico Fauttilli non sa che pesci prendere,sta riflettendo. Coletta non tradirà i cittadini di Latina, attende che “Italia in comune” cresca e intanto pensa al rimpasto.Ora tutto resta incerto, mentre la destra alza il polverone per aizzare il “popolo” contro Mattarella per sfruttare al massimo il caos.Saranno giorni difficili,sarà un’estate rovente per questo occorrono nervi saldi e vigilanza.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.