LATINA – Eutanasia in ospedale, accusata di aver ucciso il padre malato terminale: medico di 39 anni viene scagionata dall’autopsia. Una storia dolorosa ma fatta anche di pietà per un genitore morente e di amore filiale che pare stia avendo anche la giusta conclsusione.

Una donna, medico di 39 anni era stata accusata nei mesi scorsi di aver praticato un’iniezione letale al padre malato terminale di cancro. In realtà l’autopsia ha dimostrato che si trattata solo di buscopan per alleviarne il dolore. Dunque dopo tanto dolore e amarezza per il medico di Aprilia arriva un raggio di luce e il riconoscimento che il suo gesto di pietas umana non ha causato la morte dell’amato genitore


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.