Francia sotto attacco : un terrorista ha ucciso a Nizza 3 persone in cattedrale, una donna è stata decapitata.

57

.

«Sono tre i morti. Una donna è stata decapitata»: lo ha detto ai microfoni di BFMTV Laurent Martin de Fremont, ufficiale di polizia di Nizza. In un primo momento sembrava che ad essere decapitato fosse stato un uomo. Ci sono altri feriti nell’attentato nella chiesa di Notre-Dame. L’aggressore, ha detto i funzionario, è stato ferito e si trova in ospedale. Non si esclude la presenza di complici.

«Tutto lascia supporre un attentato terroristico in seno alla basilica di Notre-Dame», dice il sindaco Christian Estrosi.

NIZZA- Le autorità francesi lanciano un forte appello ad evitare la zona dell’attacco nei pressi della Basilica di Notre-Dame, a Nizza. «Evitate il settore e seguite le indicazioni», ha scritto il ministro dell’Interno, Gèrald Darmanin. Stesso messaggio sul profilo Twitter della Police Nationale. «Operazione polizia in corso. Evitate il settore Notre-Dame-Centro-Città-Nizza». Intanto, una cellula di crisi è stata aperta a Place Beauvau, sede parigina del ministero dell’Inerno. Un minuto di silenzio osservato all’Assemblea Nazionale.

Il sindaco di Nizza, Christian Estrosi, ha chiesto che «tutte le chiese siano messe sotto sorveglianza o chiuse, così come tutti gli altri luoghi di culto della città». «Quando è troppo è troppo – ha detto Estrosi parlando con i giornalisti dopo l’attentato – adesso è ora che la Francia metta da parte le regole di pace per annientare definitivamente l’islamo-fascismo sul nostro territorio».

Un uomo armato di un coltello è stato intanto ucciso dalla polizia ad Avignone: è quanto riferisce radio Europe 1, precisando che l’uomo avrebbe tentato di attaccare dei poliziotti in strada, verso le 11:15. L’aggressore avrebbe gridato ‘Allah Akbar’. Anche il consolato francese a Gedda, in Arabia Saudita, è stato attaccato: una guardia è stata ferita da un assalitore saudita. Lo riferiscono i media sauditi.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.