” Grazie alle Forze dell’Ordine per lo sgombero e l’abbattimento degli immobioli abusivi di Ardea “

33
abuso edilizio

«A nome mio, e di tutta l’amministrazione della Regione Lazio, esprimo soddisfazione e ringraziamento alle Forze dell’Ordine per lo sgombero e l’abbattimento degli immobili abusivi di Ardea in località Salzare. Interventi che sono proseguiti anche nelle prime ore di questa mattina, con le Forze dell’Ordine hanno portato avanti operazioni di sgombero e messa in sicurezza degli immobili occupati e di proprietà dell’Istituto delle Figlie di Santa Maria della Divina Provvidenza. La Regione Lazio sarà sempre al fianco di queste operazioni per ripristinare la legalità nelle nostre province e per garantire ai residenti luoghi sicuri», ha dichiarato il presidente della Regione Lazio, Francesco Rocca, in merito all’operazione messa in piedi alle Salzare.

Sempre alle Salzare lo scorso anno a settembre, la Polizia Locale di Ardea aveva sventato nuove occupazioni di appartamenti nei palazzi rimasti del complesso immobiliare, dove erano state intraviste delle persone.

L’operazione all’epoca venne eseguita con la massima accortezza e stroncò sul nascere il tentativo di occupazione abusiva di un gruppo di persone quasi entrate, che avevano già forzato il portone d’ingresso degli immobili rimasti dopo il passaggio delle ruspe che avevano buttato giù quattro edifici (A-B-C e D) dell’originario complesso.

A marzo 2022 già sgomberate oltre 100 abitazioni tra queste anche famiglie che avevano comprato le abitazioni con tanto di mutuo. Dopo quell’intervento era stato programmato un nuovo abbattimento e spianamento dell’area.

Già a settembre 2023:

L’Amministrazione Rocca esprime profonda gratitudine a tutte le forze dell’ordine, agli enti pubblici e ai cittadini che hanno contribuito in modo significativo all’importante operazione di controllo che si è svolta a Tor Bella Monaca e che ha portato allo sgombero di quattro alloggi Ater: «Si tratta di un chiaro segno dell’impegno nel promuovere la legalità e il benessere nella nostra regione».

L’operazione ha visto la partecipazione attiva di circa 300 uomini provenienti da diverse forze di polizia e enti pubblici, tra cui la Polizia di Stato, l’Arma dei Carabinieri, la Guardia di Finanza, la Polizia Locale di Roma Capitale e i Vigili del Fuoco. Una collaborazione sinergica che ha dimostrato il potenziale della cooperazione interistituzionale nel raggiungere risultati concreti nell’ottica della sicurezza pubblica e della tutela dei cittadini.

«Non possiamo sottolineare abbastanza quanto sia stato fondamentale il coinvolgimento attivo della comunità locale per il successo di questa operazione. La partecipazione e il supporto dei residenti di Tor Bella Monaca hanno dimostrato che quando la comunità si unisce per affrontare le sfide, si possono ottenere risultati positivi e duraturi».

La Regione fa notare che questo è solo un passo iniziale nella direzione giusta: «Continueremo a monitorare attentamente la situazione a Tor Bella Monaca e ad adottare misure efficaci per garantire la sicurezza e il benessere di tutti i suoi abitanti. Inoltre, lavoreremo in stretta collaborazione con la Prefettura di Roma per costruire un futuro migliore per questa comunità. Siamo fermamente convinti che, con il sostegno di tutti gli attori coinvolti possiamo creare un ambiente più sicuro, prospero e inclusivo per tutti i quartieri della capitale che vivono situazioni simili».

«Il nostro impegno verso le periferie non si limita solo alla rigenerazione urbana e alla riqualificazione ma comprende anche la ferma determinazione nel ripristinare la legalità. In questo, la Regione Lazio sarà inflessibile e costantemente al fianco del Governo, della Prefettura e delle forze di polizia proprio per garantire il rispetto del diritto all’abitare attraverso le graduatorie e le procedure stabilite. Non tollereremo, quindi, il verificarsi di occupazioni illecite o di qualsiasi altra forma di abuso» – ha evidenziato Pasquale Ciacciarelli, assessore alle Politiche Abitative, alle Case Popolari, all’Urbanistica e alle Politiche del Mare della Regione Lazio – «È significativo che operazioni del genere abbiano luogo a Tor Bella Monaca perché dimostra l’impegno profondo della Regione Lazio nel contrastare la criminalità, specialmente dopo l’aggressione a Don Coluccia. Colgo l’occasione, a nome dell’amministrazione guidata dal presidente Francesco Rocca, di esprimere solidarietà al presidente del Municipio Nicola Franco e a tutti i cittadini che, assieme a lui, si stanno adoperando al fianco delle istituzioni per promuovere la legalità a Tor Bella Monaca».

Alessandra Trotta

(Giornalista e scrittrice)


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.