Il derby dell’Appennino: un punto preso o tre persi?

0
Foto da Fantacalcio FLORENCE, ITALY - APRIL 11: Dusan Vlahovic of ACF Fiorentina celebrates after scoring a goal during the Serie A match between ACF Fiorentina and Atalanta BC at Stadio Artemio Franchi on April 11, 2021 in Florence, Italy. (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

FIRENZE – 2 maggio 2021

BOLOGNA –FIORENTINA 3 – 3

Fiorentina in campo con un 3-5-2

Dragowski, Milenkocic, Pezzella, Caceres, Venuti, Bonaventura (82’ Castrovilli), Pulgar, Amrabat, Biraghi (68’ Igor), Ribery (77’ Kouame), Vlahovic.

La gara inizia con la squadra viola che insiste in attacco ma il Bologna controlla senza affanno.

14’ Grande azione viola con Biraghi che lancia un pallone in mezzo all’area avversaria senza però essere sfruttato da nessuno: azione persa nel vuoto.

19’ Calcio di rigore per i gigliati, Soumaro del Bologna ferma con il braccio in area in tiro di Pulgar. Ammonito il difensore Bolognese. Vlahovic dal dischetto non perdona: 1 a 0 per i Viola.

24’ Il Bologna prova a reagire subito con Orsolini che si scontra con Dragowski in uscita.

La Fiorentina è molto attenta in centrocampo.

29’ Calcio d’angolo per i Viola, Pezzella di testa manca di poco la porta.

30’ Pareggio Bologna. Vignato serve in area Palacio, che solo davanti a Dragowski mette la palla dentro.

La squadra di casa prende coraggio.

35’ Occasionissima Bologna: ancora Vignato, lancia Barrow che si trova davanti a  Dragowski, il quale fortunatamente riesce a chiudere lo specchio della porta.

40’ Brutto fallo su Ribery che è costretto ad uscire per alcuni minuti.

La Fiorentina prova a cambiare l’inerzia della partita.

43’ Grande tiro di Bonaventura dal limite dell’area che finisce di poco sopra la traversa.

Dopo due minuti di recupero finisce il primo tempo.

50’ Altra occasione per il Bologna, Vignato lanciato da Palacio viene fermato all’ultimo istante da Venuti.

La Fiorentina si scuote e contrasta con precisione la squadra avversaria.

63’ Vantaggio viola. Bonaventura su lancio di Venuti mette dentro il pallone in scivolata.

Il Bologna si getta all’attacco ma la Fiorentina chiude tutti gli spazi.

68’ Cambio per i gigliati. Esce Biraghi entra Igor.

70’ Pareggio Bologna. Vignato serve il solito Palacio che di testa mette alla spalle di  Dragowski.

73’ Viola di nuovo in vantaggio. Calcio d’angolo battuto da Pulgar, Vlahovic appostato sul secondo palo mette la palla dentro.

77’ Esce l’acciaccato Ribery ed entra Kouame.

82’ Atro cambio Viola. Esce Bonaventura per Castrovilli.

83’ Incredibile: pareggio del Bologna. Ancora Palacio che servito da Vignato mette dentro. Difesa Viola imbarazzante. Tripletta per il trantanovenne Palacio, era da settembre dello scorso anno che non segnava.

92’ Grandissima occasione per i gigliati. Vlahovic partito in contropiede pecca di egoismo ed invece di servire lo smarcato Kouame tira colpendo in pieno un difensore avversario.

Dopo quattro minuti di recupero finisce la partita: la squadra Viola è riuscita a farsi rimontare dal Bologna e  a permettere una  tripletta al quasi quarantenne Palacio, riuscendo inoltre a trasformare Vignato in Messi, cose dell’altro mondo.

Vittoria e salvezza gettata al vento. Ora con quattro partite al termine del campionato bisogna stare attenti al Benevento, che è ha quattro punti meno, anzi cinque perché ha lo scontro diretto sfavorevole. Forse questo punto preso addolcisce la pillola.

Una valutazione sui singoli.

Dragowski –  Buone le sue parate sui giocatori del Bologna. Sui tre gol presi non è certo colpa sua ma della difesa, che come al solito si è smarrita.

Milenkocic – Sul gol del 3 a 3 di Palacio si è smarrito, un errore gravissimo, purtroppo non è la prima volta.

Pezzella – Che tutta la difesa abbia dei grossi problemi è risaputo ma si è fatto anticipare da Palacio in maniera inguardabile.

Caceres – Dei tre difensori è quello che ha sofferto di meno ma si è fatto contagiare dagli altri due, sprofondando nella mediocrità.

Venuti – Nella sufficienza a parte qualche dormita, come quando tiene in gioco Palacio. Per il resto fa il suo compito senza sbavature.

Amrabat – Macina chilometri e chilometri in mezzo al campo, cercando di fare da raccordo tra centrocampo e attacco.

Pulgar – Ha grossi problemi in fase difensiva, specialmente nel primo tempo, migliora nella ripresa.

Bonaventura –  La sua manovra a centrocampo è sempre precisa, sfiora la rete con un grande tiro dal limite.

Biraghi – Un accumularsi di errori e lanci sbagliati, specialmente sulla sua fascia. Inguardabile.

Ribery – Per molto tempo della partita è assente ed escluso dal gioco, forse ha risentito del brutto colpo ricevuto alla gamba.

Vlahovic – Con la sua doppietta tiene la Fiorentina a galla. Lotta su tutti i palloni.  Ricordiamoci che senza i goal che ha segnato fino ad ora la squadra Viola sarebbe già retrocessa.

Iachini – La Fiorentina ha avuto l’occasione di vincere e chiudere il discorso salvezza, invece ha incassato tre goal identici. Questo deve fare rifletter l’allenatore che non ha preso contromisure.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.