Inneggia al nazifascismo denunciato Cristian D’Amato, già noto per l’esaltazione dei forni crematori

112

Foto con il saluto romano, immagini accanto a simboli fascisti e nazisti, oltre a insulti antisemiti e xenofobi. Questo il materiale che ha portato la polizia postale, in collaborazione con la Direzione Centrale della Polizia di Prevenzione e la Digos di Latina, a denunciare Cristian D’Adamo, già responsabile della sezione di Forza Nuova di Fondi ed ex candidato consigliere comunale nelle passate elezioni comunali nella lista di Fratelli d’Italia.

Con lui è stato deferita all’autorità giudiziaria anche un’altra persona, anche questa di Latina, per aver postato immagini naziste, antisemite e xenofobe. Le indagini sono partite dalle numerose segnalazioni giunte alla polizia sull’ennesimo post di D’Adamo in cui mostrava un forno da cucina aperto con dentro alcune banconote e la scritta «trappola per ebrei». Sui profili social sono state rinvenute immagini, video e materiale inneggianti al nazismo e fascismo, oltre a immagini che lo associano alla frangia di estrema destra del tifo laziale. I reati di cui dovranno ora rispondere i due sono quelli di propaganda ed istigazione a delinquere per motivi di discriminazione razziale etnica e religiosa.
Già in passato il nome di D’Adamo era salito agli onori delle cronache proprio durante la campagna elettorale a Fondi. L’uomo si era definito «laziale e fascista, naziskin, negazionista, omofobo, xenofobo, antidemocratico, anticostituzionale, anticomunista, antisemita». Una sequela di aggettivi che avevano scatenato una forte polemica, con l’intervento anche dell’Anpi.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.