La storia di Cristian Del Vecchio

2386

La trasmissione domenicale della tv La7 condotta da Massimo Giletti ha inviato la giornalista Giulia Carrarini a Ponza per conoscere dove è possibile rintracciare Cristian Del Vecchio, la cui famiglia abita a Le Forna. La cronista si è poi recata ad Ascoli Piceno dopo le dimissioni improvvise del vescovo monsignor D’Ercole. Christian Del Vecchio è un santone che promette guarigioni con l’olio sgorgato dalle sue stesse mani. La madre ha affermato in televisione che le cose che si dicono sul figlio sono stupidaggini, tutte le dicerie gli stanno rovinando la vita. Il parroco della Madonna dell’Assunta Padre Salvatore Maiorana non ha voluto rilasciare dichiarazioni, qualcuno ha ricordato che Christian anni fa si recava in chiesa con saio neri e guanti neri. Del Vecchio tempo fa è stato fermato mentre guidava il Suv di un amico, in autostrada, senza patente. Era vestito da prete, puntava a riscattare con i soldi degli adepti, una casa di parenti in Campania. E’ un veggente della Beata Vergine nonché fondatore di Amarlis, il gruppo religioso finito sotto inchiesta in seguito alle denunce dei familiari di alcune ragazze irretite.
Ora non è più un personaggio «esemplare e carismatico», accreditato dalla Chiesa ufficiale, così come con l’aura di «anima pia e misericordiosa», capace di regalare una speranza spedendo in giro per l’Italia i batuffoli intrisi di olio d’oliva ai malati di tumore e ai loro cari. Le gerarchie ecclesiastiche lo hanno messo da parte con decisione e convinzione.
L’affaire dell’olio miracoloso continua a tenere banco. Le chiacchiere si rincorrono da Roma, dove Christian Del Vecchio vantava contatti ad Ascoli Piceno, dove la diocesi gli aveva affittato la chiesa a Quinzano di Force. Esistono lettere allarmate, mail con indicazioni sui suoi affari legati al business dei pellegrinaggi.
Il veggente avrebbe tentato di calamitare danaro da persone fragili con una promessa: allestire una «Medjugorje dei poveri» in Campania, nel terreno in cui, «in piedi sul ramo di un albero», davanti alla casa da riscattare gli apparve più volte la Bianca Signora, da lui ribattezzata Madonna Giglio tra le spine.
Christian Del Vecchio era amico di Gabriele Amorth, il famoso esorcista morto anni fa.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.




Articolo precedenteIl trofeo Peppino Tosarello
Articolo successivoSezze. Troppi casi di positività, il sindaco Di Raimo: “Forse ancora non conosciamo completamente le modalità di trasmissione”.
Paolo Iannuccelli
Paolo Iannuccelli è nato a Correggio, provincia di Reggio Emilia, il 2 ottobre 1953, risiede a Nettuno, dopo aver vissuto per oltre cinquant'anni a Latina. Attualmente si occupa di editoria, comunicazione e sport. Una parte fondamentale e importante della sua vita è dedicata allo sport, nelle vesti di atleta, allenatore, dirigente, giornalista, organizzatore, promoter, consulente, nella pallacanestro. In carriera ha vinto sette campionati da coach, sette da presidente. Ha svolto attività di volontariato in strutture ospitanti persone in difficoltà, cercando di aiutare sempre deboli e oppressi. É membro del Panathlon Club International, del Lions Club Terre Pontine e della Unione Nazionale Veterani dello Sport. Nel basket è stato allievo di Asa Nikolic, il più grande allenatore europeo di tutti i tempi. Nel giornalismo sportivo è stato seguito da Aldo Giordani, storico telecronista Rai, fondatore e direttore della rivista Superbasket. Attualmente è presidente della Associazione Basket Latina 1968. Ha collaborato con testate giornalistiche locali e nazionali, pubblicato libri tecnici di basket e di storia, costumi e tradizioni locali Ama profondamente Latina e Ponza, la patria del cuore.