LATINA – Si sono svolti questa mattina presso la chiesa San Carlo Borromeo di viale Kennedy i funerali di Franco Gatto, l’eroico cinquantanovenne che giovedì pomeriggio ha perso la vita in mare tra il quinto chiosco e Rio Martino per salvare tre bambine dall’annegamento, poco prima di essere colpito da un malore fatale.

«Oggi salutiamo un eroe» ha esordito il parroco don Giancarlo Masci nell’omelia: «Franco è il nostro angelo custode. Il suo è stato un grande segnale di speranza».

Tra le panche della chiesa c’erano seduti familiari, amici, colleghi, conoscenti, tutti coloro che hanno avuto la fortuna di incrociare la sua strada, di condividere con lui un pezzo di vita insieme. Tra loro anche il sindaco Celentano e una folta rappresentanza dell’amministrazione comunale, che ha promesso di ricordarlo a dovere nel primo consiglio comunale e, inoltre, di essere al lavoro per dedicargli un luogo per il gesto che ha compiuto.

In una società sempre più egoista e che sembra aver dimenticato la sua umanità, il gesto di Franco Gatto è stato un esempio di altruismo e di generosità pagato con la vita, ma che ha lasciato una grande eredità in ognuno di noi.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.



Articolo precedenteIl 3 settembre a Nettuno la VI edizione del Nettuno Wine Festival
Articolo successivoMaltempo, spaventosa tromba d’aria tra Sabaudia e San Felice Circeo: paura tra i bagnanti, ma nessun danno