Livornese 43enne in carcere per tentato strangolamento e minaccia di morte alla compagna e alla sua famiglia

88

LIVORNO – Ha tentato di strangolarla e minacciato di morte lei e i suoi parenti. Violenze che si sono ripetute nel tempo anche nei confronti dell’anziano suocero, più volte costretto a intervenire per difendere la figlia dalle aggressioni del compagno. Ragioni per cui nel pomeriggio di ieri, giovedì 17 novembre, la squadra mobile ha arrestato per maltrattamenti in famiglia un 43enne italiano in esecuzione di un’ordinanza di misura cautelare in carcere emessa dal tribunale di Livorno.

Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, l’uomo, quasi sempre sotto l’effetto di droghe e per futili motivi, sarebbe stato solito perseguitare la propria partner. Botte da lasciare segni evidenti sul corpo della donna, più volte minacciata di morte, che gli erano già valse un ammonimento del questore per violenza domestica e, a inizio anno, un divieto di avvicinamento nei confronti di un altra donna con la quale aveva una precedente relazione. Il ripetersi dei maltrattamenti nei confronti dell’ultima compagna è infine valso la richiesta da parte della procura di Livorno della misura cautelare in carcere. Arrestato nella giornata di ieri, il 43enne si trova adesso nell’istituto penitenziario delle Sughere.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.



Articolo precedenteDomani, domenica 20, corsa di orienteering aperta a tutti
Articolo successivoBenacquista, a Piacenza in diretta TV pronta a lottare fino all’ultimo minuto.
Mi chiamo Margherita Zoltowska sono nata a Londra nel 1998, vivo a Livorno e studio Psicologia a Firenze. Il mondo del cinema mi appassiona da sempre, ma amo anche scrivere. Ho deciso di unire le due passioni e collaborare con News-24.it