Molestie: Mazzeo, mai minimizzare o banalizzare Il presidente del Consiglio regionale esprime “piena solidarietà e vicinanza” alla giornalista sportiva palpeggiata in diretta tv

 “Serve un cambiamento culturale”. Plauso all’identificazione dell’autore

60

FIRENZE – “La Toscana non è quella violenza che abbiamo visto in tv. La Toscana è terra di diritti e di rispetto, all’avanguardia da sempre. Sono vicino a Greta Beccaglia che spero di poter incontrare presto per esprimerle anche di persona la vicinanza e la solidarietà di tutto il Consiglio regionale e mi complimento con il commissariato di Empoli che ha identificato l’autore delle molestie. Serve però un drastico cambio culturale perché episodi del genere non si ripetano, non vengano minimizzati e ogni donna possa continuare a svolgere la propria professione con serenità, dignità e in totale libertà”.

Il presidente dell’Assemblea legislativa, Antonio Mazzeo, torna sul caso della giornalista sportiva di Toscana Tv molestata all’esterno dello stadio di Empoli e rilancia l’impegno del Consiglio regionale: “Siamo all’indomani delle celebrazioni contro la violenza sulle donne e per il lancio del numero unico nazionale 1522. Episodi come questo non possono e non devono accadere e non è più accettabile che anche una sola persona pensi di potersi voltare dall’altra parte o far finta di non vedere”.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.



Articolo precedenteVaccini: commissione d’inchiesta, Asl Pisa e Siena in audizione
Articolo successivoAd Aprilia il sindaco Terra allunga l’obbligo di mascherine all’aperto fino al 5 dicembre.
Giovane studente toscano, aspirante giurista italo francese, attualmente vivo a Parigi. Nonostante la distanza fisica non ho perso di vista il mio territorio, verso il quale nutro un interesse atavico. Appassionato di scrittura sin dalla più tenera età, al momento gestisco la sezione toscana della testata oltre ad altre collaborazioni sporadiche.