Morte di Denny Magina, c’è una svolta: scattate le manette per due tunisini

Il Civico 8 sarebbe un supermercato della droga

534

LIVORNO – Svolta importante nelle indagini per la morte di Denny Magina, il ragazzo livornese di 29 anni precipitato nel vano scale dal quarto piano di un palazzo ultra popolare in via Giordano Bruno. Da allora non si hanno avute novità particolari e la tragedia è rimasta avvolta nel mistero, almeno fino a questa mattina.

La Procura d Livorno, infatti, nelle scorse ore ha dato ordine di arrestare e portare in carecere due tunisini, uno di 30 e uno di 33 anni. I due sono accusati di aver creato nell’abitazione in oggetto, in via Giordano Bruno, una vera e propria piazza di spaccio, con vendita di Hashish e cocaina. Una sorta di vero e propio negozio, dove spesso i tossicomani accorrevano senza neanche l’appuntamento.

Adesso si attende di capire quli sono i legami diretti con la vicenda del giovane deceduto nella tragica caduta avvenuta al civico 8.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.



Articolo precedenteLatina, un calendario per finanziare le iniziative dei ragazzi di AIPD in collaborazione con Assimpresa Horeca Lazio Sud
Articolo successivoGirava con 23 dosi di cocaina pronte da vendere e a casa ne aveva quasi due etti con marijuana e hashish: arrestato un giovane