Muore dopo un giorno l’operaio investito davanti l’Eni di Stagno

Il 35enne si è arreso nella tarda mattinata di oggi

96

LIVORNO- E’ rimasto aggrappato alla vita per un giorno intero prima di arrendersi. Troppo gravi le ferite riportate dall’operaio di 35 anni investito da un’auto intorno alle 8 di giovedì 22 luglio davanti alla raffineria Eni di Stagno, a nord di Livorno.
I medici del reparto di terapia intensiva hanno tentato inutilmente di salvarlo ma per Pavlo Matviyenko, straniero da anni residente a Livorno, non c’era più niente da fare.

Accertato il decesso dell’uomo adesso sarà il pubblico ministero a decidere se restituire subito la salma alla famiglia dell’operaio o effettuare l’autopsia, ciò che è certo è che adesso il conducente del veicolo che ieri ha investito Matviyenko sarà indagato per omicidio stradale.

 


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.