“Natale in gioco”, il successo dell’evento con gli studenti protagonisti

369
?

?

LATINA – Il gioco è spensieratezza e divertimento ma può essere anche aggregazione e socialità, apprendimento e divulgazione e, perché no, partecipazione sociale attiva. È quello che hanno sperimentato i partecipanti ai due pomeriggi ludici di “Natale in Gioco” il 27 dicembre 2016 e il 3 gennaio 2017. Gli eventi, svolti nell’ambito del ciclo “A Latina è due volte Natale” (Pro Loco di Latina, Assessorato Turismo e Attività Produttive, Assessorato Cultura Scuola e Sport), si sono tenuti a Latina negli spazi della ex-Step messi a disposizione dalla Camera di Commercio.

L’organizzazione è stata curata dall’associazione culturale “Lu(ri)doteca” in collaborazione con il Liceo Scientifico G. B. Grassi e l’Istituto di Fotonica e Nanotecnologie del Consiglio Nazionale delle Ricerche (IFN-CNR), con l’attiva partecipazione di studenti ed insegnanti di diverse scuole di Latina.

Il cuore pulsante dell’evento sono stati proprio i giovani. Alcuni studenti del G. B. Grassi di Latina hanno dato vita ad una ludoteca “classica” con molti giochi commerciali da provare, alcuni dei quali di natura scientifica e didattica come “Pandemia”, in cui nei panni di medici e scienziati si combatte la diffusione di una epidemia, o “Alta tensione”, in cui è necessario imparare a gestire i bisogni energetici di un paese. Inoltre, gli studenti di diverse scuole superiori di Latina hanno presentato e fatto provare alcuni giochi originali da loro creati nell’ambito del concorso “Fotonica in Gioco”, come “Lampo di Genio” (Liceo Scientifico G. B. Grassi e Liceo Artistico), “C the speed of light” (Liceo Manzoni e Istituto Marconi), “Win or Back”, “Fotonix”, “Seven Colors Games” (Liceo Manzoni), “Colour Race”, “Lux Mania”, “Pixel Mania” (Liceo Scientifico Majorana). Sotto il porticato esterno era possibile giocare a “Quantum Race”, un gioco da tavolo nato per raccontare la bizzarra teoria dei Quanti, in una versione gigante con un tabellone da 10 mq. Gli eventi hanno avuto un grande successo, con momenti di punta in cui tutte le postazioni erano affollate da giovani e adulti entusiasti. Si attende, quindi, una replica nel prossimo futuro.

L’iniziativa ha visto la partecipazione dell’Istituto di Fotonica e Nanotecnologie del CNR, il principale ente di ricerca italiano. “La divulgazione delle conoscenze scientifiche è uno dei primi compiti del CNR, un compito particolarmente importante nella nostra società dove la democrazia e la cittadinanza passano attraverso la consapevolezza e la comprensione della realtà”, spiega il Dr. Fabio Chiarello, ricercatore dell’IFN-CNR e coordinatore del concorso “Fotonica in Gioco”. “I giochi da tavolo – prosegue il ricercatore – sono uno straordinario strumento di divulgazione e didattica perché riescono a suscitare interesse e curiosità favorendo l’immersione, la riflessione e la discussione. Per questo il CNR è attivamente impegnato nella sperimentazione e nell’utilizzo di questo efficace mezzo”.

Il professor Gualtiero Grassucci, docente del liceo G.B. Grassi nonché presidente dell’associazione “Lu(ri)doteca”, spiega il motivo del grande coinvolgimento delle scuole di Latina: “Innanzitutto perché il gioco è divertente. Citando Alex Randolph: accingersi a giocare è, in qualche modo, come apprestarsi a un bel pranzo, c’è lo stesso tipo di gioiosa partecipazione. E in questo senso il gioco non è solo dei bambini ma è degli adolescenti, degli adulti. In secondo, luogo perché il gioco svolge una naturale funzione di educazione alla legalità. Infatti un gioco e le sue regole sono la stessa cosa, le regole sono il gioco e viceversa. Accingendoci a giocare un gioco dichiariamo di accettarne le regole!”.

Un ringraziamento speciale va a tutti coloro che hanno reso possibile questi eventi: gli Enti Locali (Pro Loco di Latina, Assessorato Turismo e Attività Produttive, Assessorato Cultura Scuola e Sport, Camera di Commercio di Latina), l’associazione Lu(ri)doteca, l’IFN-CNR, ed in modo speciale tutti i ragazzi e gli insegnati delle scuole che hanno attivamente partecipato (Liceo Artistico, Liceo G. B. Grassi, Liceo Majorana, Liceo Manzoni, Istituto Marconi).

Per maggiori informazioni: www.fotonicaingioco.it, www.ifn.cnr.it, www.liceograssilatina.org, www.luridoteca.net

 


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.



Articolo precedenteTop Volley, a Molfetta si arriva al tie break
Articolo successivoHandball Club Fondi, sconfitta in casa dal Conversano