NOGAROTTO (CANDIDATA PD): “MODIFICARE IL CRITERIO DEI REGISTRI ELETTORALI PER TUTELARE I DIRITTI DELLE PERSONE TRANS”

49

“È importante che tutte e tutti vadano a votare, è un dovere e un diritto di cui dovremmo poter usufruire senza ostacoli”. Così Marilù Nogarotto, candidata al Consiglio Comunale nella lista del Partito democratico, che aggiunge: “Lo sancisce la Costituzione. Un diritto che deve essere garantito anche alle persone trans, che troppo spesso non si recano ai seggi a causa della ormai superflua consuetudine di suddividere l’elettorato in due file: uomini e donne”.
Nogarotto sottolinea: “Sarebbe importante che il governo si pronunciasse e agisse in questo senso, modificando il criterio di suddivisione dei registri elettorali che risale ormai agli anni Quaranta: non più due registri, uomini e donne, ma due elenchi che tengano conto esclusivamente dell’ordine alfabetico dei cognomi delle e degli aventi diritto al voto senza alcuna distinzione sulla base del sesso biologico o del genere”.
“Nel frattempo – conclude Nogarotto – possiamo fare qualcosa di concreto, e subito, anche a livello locale. Ce lo insegna la recente esperienza del Comune di Milano: i presidenti di seggio possono invitare gli scrutatori a tenere i registri vicini, evitando di creare due file diverse per gli uomini e per le donne. In questo modo è possibile consentire alle persone trans e non binarie di esercitare il proprio diritto elettorale attivo senza esporsi all’imbarazzo o alla vergogna di doversi identificare in un genere o sesso biologico nel quale non si riconoscono”.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.



Articolo precedenteIl Lazio da scoprire, la millenaria Acropoli di Civitavecchia di Arpino
Articolo successivoBaseball serie C, domenica è in programma il derby laziale tra Latina e Montefiascone
Paolo Iannuccelli è nato a Correggio, provincia di Reggio Emilia, il 2 ottobre 1953, risiede a Nettuno, dopo aver vissuto per oltre cinquant'anni a Latina. Attualmente si occupa di editoria, comunicazione e sport. Una parte fondamentale e importante della sua vita è dedicata allo sport, nelle vesti di atleta, allenatore, dirigente, giornalista, organizzatore, promoter, consulente, nella pallacanestro. In carriera ha vinto sette campionati da coach, sette da presidente. Ha svolto attività di volontariato in strutture ospitanti persone in difficoltà, cercando di aiutare sempre deboli e oppressi. É membro del Panathlon Club International, del Lions Club Terre Pontine e della Unione Nazionale Veterani dello Sport. Nel basket è stato allievo di Asa Nikolic, il più grande allenatore europeo di tutti i tempi. Nel giornalismo sportivo è stato seguito da Aldo Giordani, storico telecronista Rai, fondatore e direttore della rivista Superbasket. Attualmente è presidente della Associazione Basket Latina 1968. Ha collaborato con testate giornalistiche locali e nazionali, pubblicato libri tecnici di basket e di storia, costumi e tradizioni locali Ama profondamente Latina e Ponza, la patria del cuore.