Nuovi poveri tra famiglie e imprese: potenziare gli Sportelli antiusura. L’appello di Fare Latina

146

Annalisa Muzio e Graziano Montanaro di Fare Latina lanciano un allarme sociale che esploderà appena affiorerà un minimo di normale socialità dopo la grande paura da contagio Covid-19. Infatti, in questi mesi di sosta forzata per alcuni settori sono cresciute le difficoltà economiche per famiglie e imprese.

“La crisi economica esplosa con l’emergenza sanitaria ha travolto e travolgerà centinaia di famiglie e aziende che saranno escluse, per sovraesposizione debitoria, da ogni circuito finanziario virtuoso. Proprio ieri si è tenuta l’ottava giornata nazionale di Confcommercio dal titolo “Legalità, ci piace” nel corso della quale, appunto, sono stati evidenziati i preoccupati dati emersi a seguito della crisi pandemica rispetto al fenomeno dell’usura: + 27% dei casi nel 2020 a fronte del 12,7% nel 2019. È facile immaginare che il dato potrà addirittura crescere perché esiste il rischio concreto i titolari di aziende potranno cadere in quel credito malato prodotto dalla criminalità e dall’usura. Questo è un quadro che richiama alla necessità, improcrastinabile, di potenziare con fondi appositi, gli Sportelli antiusura presenti sul territorio, mettendo a disposizione risorse, strumenti e professionalità a chi incappa in difficoltà economiche e rafforzando e favorendo, ancora di più, le reti di collaborazione esistenti tra associazioni di categoria, ordini professionali ed istituzioni” ha sottolineato Annalisa Muzio, del direttivo di Fare Latina.

Graziano Montanaro, delegato alla sicurezza di Fare Latina

Un aspetto, questo legato alle criticità economiche, affrontato anche dal Dr. Graziano Montanaro, esponente di Fare Latina con delega alla sicurezza, laureato in scienze della politica e relazioni internazionali ed in giurisprudenza, appartenente dal 1996 al 2015 alla Polizia di Stato in servizio alla Questura di Roma, oggi libero professionista. “Ho ascoltato e analizzato con l’Avv. Muzio i dati comunicati dal Presidente di ConfCommercio, giustamente ritenuti preoccupanti, e ho potuto verificare un aumento della criminalità anche nel territorio della Provincia di Latina, la cui ricaduta sull’economia locale si esprime nel raddoppio, negli ultimi due anni, delle imprese entrate nel circolo dell’usura” ha detto Graziano Montanaro. “C’è l’esigenza di dare una risposta efficace ed incisiva ad un fenomeno sempre in crescita nonostante l’impegno delle istituzioni e delle forze dell’ordine a contrastare quest’attività socialmente odiosa quanto giuridicamente criminale di approfittare delle difficoltà economiche di imprenditori esclusi dal circuito del credito. In quest’ottica l’impegno deve estendersi ad aumentare il numero dei centri di ascolto, oltre allo sportello comunale centrale, distribuendoli sul territorio, ivi incluse le periferie, occorre individuare misure concrete di supporto alle vittime sia attraverso l’incremento delle forme di protezione di chi si pone, anche solo confidenzialmente, a denunciare le condizioni in cui si trova, ma pure attraverso interventi specifici di supporto diretto a favore delle imprese risucchiate nel vortice criminoso. Come Fare Latina stiamo preparando un convegno che intendiamo proporre e realizzare in collaborazione con il consiglio dell’ordine forense di Latina e le associazioni di categoria, per discutere e accendere il faro su questa grave piaga. Legalità non è solo apparente conformità alla legge come vorrebbe una lettura riduttiva e formale della corrispondenza dell’attività al dettato normativo – ha proseguito l’esponente di Fare Latina – giacché è fenomeno diffuso quello di mantenersi all’interno della previsione legislativa ma non coglierne gli scopi e gli obiettivi per cui occorre porre maggiore attenzione alla trasparenza delle attività al fine di mettere chiunque in condizione di poter effettivamente avere contezza dei comportamenti dichiarati legali e verificarne l’efficacia. Legalità non è un obiettivo, ma un modus operandi che deve divenire insito in ciascun operatore”.

 

 


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.