NBV VERONA – TOP VOLLEY CISTERNA 3 – 1
NBV VERONA: Kaziyski 9, Magalini 8, Caneschi, Peslac, Aguenier 7, Asparuhov 3, Zingel 12, Jensen 19, Spirito 3, Jaeschke ne, Zanotti 3, Donati (lib.) , Bonami (lib.). All. Stoytchev
TOP VOLLEY CISTERNA: Cavuto 12, Cavaccini (lib.), Sottile ne, Tillie 11, Seganov 4, Rossato ne, Sabbi 30, Rossi , Onwuelo, Rondoni Krick 12, Szwarc 14. All. Kovac
Arbitri: Rolla e Toni
Parziali: 25-23 (27′), 19-25 (25′), 28-26 (30′), 32-30 (37′)
Note: NBV Verona: ricezione 52% (32%), attacco 41%, ace 8 (err. batt. 16), muri pt. 12;
Top Volley Cisterna: ricezione 47% (25%), attacco 47%, ace 9 (err. batt. 25), muri pt. 9.
MVP: Magalini (NBV Verona)

Finisce qui la stagione agonistica della Top Volley Cisterna.

Rien à faire per il sestetto di Boban Kovac sul campo dell’NBV Verona in una partita che avrebbe dovuto assolutamente vincere per sperare nell’intreccio benevolo dei risultati delle altre squadre coinvolte nella corsa alla semifinale per l’aggiudicazione del quinto posto.

Sfuma così il sogno dei pontini di raggiungere un obiettivo di prestigio, che fino ad un paio di turni fa sembrava potersi anche materializzare.

Come i parziali stanno limpidamente a testimoniare, non si è tirata però dietro la Top Volley: ha gettato sul parquet tutte le sue energie, ingaggiando una vera e propria battaglia con gli avversari, ma il risultato finale di 3 -1 non le ha certamente sorriso.

25 i servizi sbagliati con nove punti diretti per la Top Volley, mentre per i padroni di casa 19 sono stati gli errori dalla linea dei nove metri ed otto gli aces. I pontini sono stati, invece, più precisi in attacco ma Verona ha ricevuto meglio e ottenuto più muri vincenti.

«I parziali raccontano questa partita, per noi è abbastanza difficile spiegare la situazione per noi perché l’abbiamo vissuta emotivamente in maniera molto intensa – spiega a fine partita un amareggiato Mimmo Cavaccini –.

Siamo venuti a Verona per vincere, non ci siamo riusciti, anche i nostri avversari hanno lottato perché ci tenevano quanto noi a raggiungere le semifinali. C’è molto rammarico perché pesa perdere due set così, ai vantaggi, dopo aver avuto anche buone opportunità per chiudere. La cosa positiva è che siamo riusciti finalmente a esprimerci come non avevamo fatto durante la stagione, siamo arrivati a giocarci una partita importante dopo mesi molto complicati, e già arrivare a giocarci una partita da dentro o fuori con una squadra come Verona deve darci quel pizzico di felicità che ci è mancata durante l’anno».


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.