Paolo Sorrentino e Luisa Ranieri ai Quattro Mori

Riprese al Molo Mediceo e pausa pranzo al bar Quattro Mori per il cast

519

LIVORNO – Si respira il grande cinema a Livorno con il regista Paolo Sorrentino premio Oscar con La Grande Bellezza e autore di altri film di successo internazionale come Il  Divo, Le Conseguenze dell’amore, These Must Be The Place e Youth. Due giorni di riprese a Livorno presso il Molo Mediceo dove c’è stato anche l’incontro con il sindaco Luca Salvetti durante il quale il regista ha definito la nostra città “affascinante, curata e con una luce speciale”. C’è anche tempo per una pausa al bar Quattro Mori dove Sorrentino si presenta nel solito stile casual e scapigliato con la sua classica magliettaccia insieme ad un addetto al lavori solo per un bicchiere d’acqua e un caffè mentre a seguire arriva anche la bellissima Luisa Ranieri, attrice e volto noto della televisione, moglie dell’altrettanto famoso interprete del Commissario Montalbano, Luca Zingaretti. Per lei una t-shirt bianca con la scritta Uffa. Riservatissima, per lei il pranzo si fa portare al tavolo un un’insalata e un piatto di linguine all’aragosta. Cortese e gentile per la sosta di circa mezz’ora l’attrice si è anche prestata ai selfie con i camerieri del Bar Quattro Mori (nella foto con Melissa Meyer). Nel cast del nuovo film di Sorrentino che si sta girando in questi giorni a Livorno anche Silvio Orlando, Isabella Ferrari e Stefania Sandrelli, mentre insieme a Livorno e al Molo Mediceo le altre location per le riprese sono state Napoli e Margellina.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.



Articolo precedenteIncendio sull’isola di Santo Stefano innescato da una mongolfiera precipitata
Articolo successivoDe Meo (FI – Gruppo PPE): «I mercati all’ingrosso sono al centro della filiera agroalimentare europea»
Divento giornalista pubblicista nel 2012 lavorando per Il Tirreno per quattro anni e mezzo nella redazione della cronaca di Livorno, in seguito faccio varie esperienze personali sempre volte ad accrescere la mia esperienza professionale. Ho collaborato con più di un giornale on line, guidandone alcuni, ho lavorato come addetto stampa nel campo della politica, dello sport e dello spettacolo, attualmente affianco la professione giornalistica a quella di scrittore.