Parigi: decapitato un professore che aveva mostrato le caricature di Maometto in aula

256
Foto www.agenpress.it

PARIGI – Mancano appena poche ore al copri fuoco nelle città metropolitane Francesi, un professore è stato decapitato a pochi passi ad del comune di Conflans-Sainte-Honorine, a nordovest di Parigi. La vittima insegnava storia e poche settimane fa aveva tenuto una lezione riguardante il dibattito apertosi nel paese, quando il giornale satirico Charlie Hebdo aveva ripubblicato le caricature di Maometto.
Alcuni genitori avevano protestato creando un caso all’interno ella scuola.

Il brutale assasinio si è svolto intorno alle 17, in concomitanza con la fine delle lezioni (che in Francia finiscono nel pomeriggio). Alcuni testimoni hanno allertato la polizia locale che ha prontamente freddato l’aggressore. Dalle testimonianze l’uomo avrebbe urlato Allah Akbar prima di compiere il massacro.

Le crude immagini dell’uomo decapitato sono poi state postate dall’assassino sul profilo Twitter, dove ha rivendicato il gesto: Allah, ho ucciso un cane dell’Inferno che ha osato infangare il tuo nome.

La procura antiterrorismo ha preso la guida delle indagini. L’aggressore aveva appena 18 anni e secondo Le Parisien il giovane, nato a Mosca ma di origine cecene, era parente di un allievo della vittima. La polizia avrebbe trovato addosso a cadavere dell’aggressore un coltello da cucina e di un fucile
Il presidente francese, Macron si è recato immediatamente alla cellula di crisi al ministero dell’Interno, mentre il ministro dell’Interno, in visita in Marocco, è rientrato a Parigi. La preoccupazione è alta, in questo momento catalizzato dalla pandemia la Francia vede riaffacciarsi il rischio di terrorismo, a poche settimane dall’attentato all’ex sede di Charlie Hebdo.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.