Roma- ” Le dissolute assolte”, torna in scena l’ affascinante esplorazione dell’animo femminile, un percorso itinerante attraverso la storia della prostituzione.

208

“Le dissolute assolte” di Luca Gaeta, ideatore e regista,  è qualcosa di più di uno spettacolo teatrale, è un affascinante esplorazione dell’animo femminile, un percorso itinerante attraverso la storia della prostituzione.

In scena ai “ Giardini della Filarmonica” di Roma, la rappresentazione, resa possibile grazie alla società produttrice Fenice 21 di Alessandra Scarpellini, “Le dissolute assolte” racconta e parla di donne, bellissime, seducenti  ma provate, che vivono in un bordello, la cui unica colpa è stata quella di esser state sedotte da Don Giovanni. E si, perché Luca Gaeta, partendo dalla storia del “ Don Giovanni”, ormai defunto, intreccia i vissuti storie diverse di 8 donne,  dissolute appunto, il cui unico denominatore comune è quello di vivere in una  casa che le fa anche sentire protette per un cuore ferito,  donne a volte spregiudicate ma comunque vittime dell’amore perso per il famoso seduttore.

Accolti all’ingresso da Maman, gli spettatori ( sotto forma di clienti)  vengono accompagnati nei percorsi della meravigliosa location dei “ Giardini della Filarmonica ” illuminati solo da candele, e dal servitore a vita  di Don Giovanni, Leporello, unica figura maschile, molto ironica e sincera.

Le otto prostitute, “Le dissolute assolte”, recitano,  raccontando una ad una,  la propria storia ed il proprio dramma di sedotte e abbandonate,  e che si ritrovano tutte insieme in questo bordello, ad espiare l’unica colpa, quella appunto di essersi innamorate di un seduttore che non dimenticano, ingannate e deluse dall’amore e che nonostante la disperazione, non riescono a smettere di sognare.

Sensuali, belle, bravissime, tutte le attrici evocano suggestioni erotiche ma sempre con raffinata eleganza, fino al punto che lo spettatore, subito e dopo pochi minuti dall’inizio, non resta incantato dai loro corpi dall’imponente perfezione,  ma dai loro sguardi, occhi e parole che arrivano dirette al cuore, lasciando sicuramente grandi spunti di riflessione e stupore.

con Alessia Fabiani, Lucia Rossi, Valentina Ghetti, Nela Lucic, Priscilla Micol Marino, Raffaella Paleari , Glenda Anì Canino , Licia Amendola e Marco Giustini
costumi Laura Di Marco
produzione Fenice21

News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.