GALLES – Siamo a Wrexham, in Galles, dove la 41enne Kristin Morgan è stata costretta a pagare una multa salata per i rumori molesti causati da suo figlio e la sua ragazza durante il periodo del lockdown.

Durante la quarantena, infatti, i vicini hanno riportato di aver sentito distintamente rumori molesti arrivare dalla sua abitazione sia di giorno che di notte. L’amministratore del palazzo avrebbe anche più volte riportato le loro lamentele, invitando la famiglia alla discrezione, ma a nulla è servito: alla fine è scattata la denuncia.

La donna è così finita in tribunale, dove è stata condannata a pagare una multa di 300 sterline – nonchè altre 500 di rimborso spese legali, per una penale totale da 900 euro.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.