Mancava poco alla mezzanotte quando, dopo essere sbarcata alle 20,30 a Fiumicino, ha fatto il suo ingresso in Piazza del Comune a Sabaudia, dove ha sede il III Nucleo Atleti delle Fiamme Gialle, il suo gruppo.

Maglietta bianca della nazionale italiana, medaglia d’oro fiammante rigorosamente al collo, Valentina Rodini, la neo campionessa olimpica di doppio pesi leggeri, in coppia con Federica Cesarini delle Fiamme Oro, è stata accolta dai vertici e dai compagni di squadra e da striscioni inneggianti alla sua impresa, spiegati dai ragazzi del settore giovanile.

Dall’aeroporto ha preferito prendere la strada per Sabaudia, anziché puntare verso nord in direzione Cremona, la sua città d’origine, per condividere la gioia del momento con amici e collegi.

“Immense, siete nella storia, Valentina, l’oro delle Fiamme Gialle” recitava uno degli striscioni. Già proprio nella storia, quella del canottaggio italiano, dove finora mai nessun equipaggio al femminile era riuscito né a raggiungere la sommità dell’Olimpo né a balzare su uno degli altri gradini del podio a cinque cerchi.

Loro, Valentina e Federica, ci sono riuscite dopo ben 45 anni di tentativi andati sempre sistematicamente a vuoto, nonostante la crescita del movimento negli ultimi decenni, regalando all’Italremo un trionfo che mancava da Sydney 2000.

Doveva essere una sorta di festa a sorpresa, quella preparata dall’entourage delle Fiamme Gialle, si è tramutata invece in una festa popolare quando, dopo che in piazza si era sparsa la notizia del suo arrivo, a furor di popolo è dovuta salire sul palco, dove era in via di conclusione l’appuntamento con il TPI Fest, per mostrare al pubblico la sua medaglia e la sua emozione.

E giù scrosci di applausi al suo indirizzo e a quell’oro da favola che, dando una spinta vigorosa al canottaggio in rosa, inorgoglisce l’intera città di Sabaudia.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.