SAN FELICE CIRCEO – Nei giorni scorsi, a opera di ignoti, era stata danneggiata la statua della Madonna ubicata nella zona di Rio Torto, tra via Gibraleon e via delle Sirene.
Un gesto che ha suscitato immediata indignazione nella comunità sanfeliciana, stante il valore simbolico e religioso dell’effigie che era stata mutilata di una mano.

L’amministrazione comunale, grazie anche all’impegno del delegato Luciano Magnanti, si è subito attivata al fine di provvedere a ripristinare la statua e ha trovato massima disponibilità nella persona di Felice Petrucci, che in maniera del tutto volontaria nella giornata odierna ha provveduto alla sistemazione.

«Ringraziamo Felice Petrucci – afferma il sindaco di San Felice Circeo, Monia Di Cosimo – per l’azione prestata in favore di tutta la collettività andando a restaurare la statua che ignoti avevano danneggiato. Un gesto, quello di coloro che avevano mutilato l’effigie, riprovevole e da condannare. Mi preme invece sottolineare le azioni positive della nostra comunità, dove in molti, a titolo totalmente volontario e disinteressato, si danno da fare per il bene della collettività e il pubblico decoro come ha fatto in quest’occasione Felice Petrucci, cui va il ringraziamento mio e di tutta l’amministrazione comunale».


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.



Articolo precedenteDal Fairplay Coni un plauso al “Jump Camp” di Sabaudia, organizzato da Francesco Biribanti, con il supporto di tanti campioni del volley
Articolo successivoLegge Ripristino Natura: replica ad Europarlamentari Destra