Sergio Noce è ricercatore scientifico di Latina esperto di geotecnologia ambientale che arbitra nella massima serie del basket

53

RAI SPORT non ci regala molto basket a noi appassionati incalliti ma il piacere di vedere un “fischietto” pontino arbitrare nella massima serie è un vero piacere e riempie di orgoglio. Sergio noce è un eterno ragazzo affermato nello sport e nella vita professionale, essendo un valido ricercatore presso la Acmcc Climate, azienda che si interessa dei cambiamenti climatici nel mare Mediterraneo, argomento di grande interesse e attualità. Sergio si è laureato a Viterbo in scienze forestali e ambientali, è un esperto di geotecnologia. Lo vedi anche sui monti imbiancati, da ogni parte. Noce – nato e cresciuto nel capoluogo pontino – è una delle massime espressione dei “referee” che dirigono il campionato di A maschile. Si trova da anni è ai vertici del basket italiano, recentemente ha arbitrato con autorevolezza le gare tra Napoli e Fortitudo Bologna e Brescia-Sassari trasmessa in diretta dala televisone di Stato. Nel 2019 Sergio è stato premiato a Roma nel corso della prestigiosa manifestazione Basket Awards per i suoi indubbi meriti. Ha ottenuto il premio dedicato a Maurizio Martolini, arbitro internazionale deceduto prematuramente. La scuola arbitrale della provincia di Latina parte da molto lontano, creata dal carismatico Annino Massese, scomparso recentemente a Formia a 90 anni, che ha insegnato tanto ai giovani direttori di gara, agli ufficiali di campo del basket. Noce ha ricordato con parole ricche di passione il compianto Massese nella chiesa di Santa Teresa d’Avila a Formia. Il toccante intervento ha commoso i tanti presenti alla funzione funebre. Ha ricordato che nel lontano 1996 mentre frequentava la scuola media Giovanni Cena a Latina è stato proprio Annino il suo primo istruttore, invogliandolo a intraprendere una carriera che lo condotto in alto. La riconoscenza è un grande valore.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.



Articolo precedenteGiorno della Memoria,premiate al Ministero le scuole vincitrici del concorso ” I giovani ricordano la Shoah
Articolo successivoLatina, contagi record nelle scuole della Provincia: 2728 casi e 458 classi nelle scuole
Paolo Iannuccelli è nato a Correggio, provincia di Reggio Emilia, il 2 ottobre 1953, risiede a Nettuno, dopo aver vissuto per oltre cinquant'anni a Latina. Attualmente si occupa di editoria, comunicazione e sport. Una parte fondamentale e importante della sua vita è dedicata allo sport, nelle vesti di atleta, allenatore, dirigente, giornalista, organizzatore, promoter, consulente, nella pallacanestro. In carriera ha vinto sette campionati da coach, sette da presidente. Ha svolto attività di volontariato in strutture ospitanti persone in difficoltà, cercando di aiutare sempre deboli e oppressi. É membro del Panathlon Club International, del Lions Club Terre Pontine e della Unione Nazionale Veterani dello Sport. Nel basket è stato allievo di Asa Nikolic, il più grande allenatore europeo di tutti i tempi. Nel giornalismo sportivo è stato seguito da Aldo Giordani, storico telecronista Rai, fondatore e direttore della rivista Superbasket. Attualmente è presidente della Associazione Basket Latina 1968. Ha collaborato con testate giornalistiche locali e nazionali, pubblicato libri tecnici di basket e di storia, costumi e tradizioni locali Ama profondamente Latina e Ponza, la patria del cuore.