Nella giornata di oggi il Prefetto di Latina, Maurizio Falco, ha convocato una riunione per affrontare i problemi legati alla chiusura della canna nord della galleria “Tempio di Giove” a Terracina per improrogabili lavori di ristrutturazione e messa in sicurezza.

Insieme al Prefetto, al tavolo hanno partecipato l’assessore regionale alla Mobilità, Alessandri, il Presidente della Provincia di Latina. Medici, i sindaci di Terracina (Tintari), Fondi (Maschietto) e Gaeta (Mitrano), i rappresentanti di Anas, Uninidustria, Confcommercio e MOF, a testimonianza della grande importanza che la questione riveste.

L’Anas ha stanziato la ragguardevole somma di 75 milioni di euro per ristrutturare e adeguare ai migliori standard di sicurezza le canne Nord e Sud della variante della SS 7 Appia. Gli interventi dureranno complessivamente circa 4 anni e cominceranno dalla canna Nord il 25 maggio.

Nel suo intervento Il sindaco di Terracina Roberta Tintari ha voluto “innanzitutto ringraziare il Prefetto di Latina, l’assessore Alessandri, il Presidente Medici e tutti gli intervenuti per l’attenzione dimostrata verso una problematica molto seria che condizionerà per parecchio tempo la viabilità nel Comune di Terracina e nel vasto territorio interessato.

L’Anas ha ribadito che c’è urgenza di avviare i lavori nella canna Nord e che gli stessi dureranno due anni. Sono sinceramente rinfrancata rispetto a quanto si prospettava fino a poche ore fa. L’urgenza e l’oggettiva indifferibilità dei lavori per la messa in sicurezza causerà ovviamente parecchi disagi, ma le misure messe in campo dall’Anas cercheranno di mitigarli il più possibile, La canna Sud diventerà ovviamente a doppio senso di marcia, nei mesi di luglio e agosto la canna Nord verrà temporaneamente riaperta al traffico con una corsia sempre percorribile”.

L’Anas inoltre – ha aggiunto Tintari – ha comunicato che in prossimità delle deviazioni, della viabilità locale interferente e all’interno della canna Nord verranno installate telecamere dedicate al monitoraggio delle code e alla gestione degli eventi critici. Presidi H24 di squadre dell’Anas saranno attivati a supporto della Polizia Locale di Terracina.

È chiaro che Terracina è la città che risentirà maggiormente delle conseguenze sulla viabilità, così come è noto che la nostra città negli ultimi anni abbia patito enormi disagi di viabilità ed economici per le vicende che hanno riguardato la demolizione del ponte sul Sisto, l’interdizione del Viadotto Anxur sulla Terracina-Prossedi e il drammatico crollo della Pontina. Sinceramente il clima e le condizioni di oggi sono molto più incoraggianti, frutto di una preziosa collaborazione da parte di tutti finalizzata ad alleviare il disagio e che, personalmente, apprezzo molto”.

“La presenza dell’assessore Alessandri, del Presidente Medici, dei colleghi sindaci Maschietto e Mitrano e delle categorie economiche di questo territorio – ha concluso il sindaco – testimonia quanta attenzione ci sia intorno alla vicenda e all’importanza che riveste.

Già lunedì avremo una nuova riunione e ce ne saranno certamente altre per monitorare l’andamento dell’intervento. Siamo tutti impegnati a trovare le soluzioni migliori e questo è confortante”.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.