ROMA -Trovato l’accordo sul trasporto pubblico locale nella Conferenza unificata: l’intesa riguarda una capienza massima dell’80% che può arrivare al 100% per distanze al di sotto dei 15 minuti. Novità che servono ad aumentare la capienza dei mezzi pubblici in condizioni di sicurezza, per favorire la ripresa ordinata dell’attività scolastica, economica e culturale del Paese.
“A bordo dei mezzi pubblici del trasporto locale, dei mezzi del trasporto ferroviario regionale e degli scuolabus del trasporto scolastico dedicato è consentito, in considerazione delle evidenze scientifiche sull’assunto dei tempi di permanenza medi dei passeggeri indicati dai dati disponibili, un coefficiente di riempimento non superiore all’80%, prevedendo una maggiore riduzione dei posti in piedi rispetto a quelli seduti”. Così il Ministero dei Trasporti spiega che sono state approvate dalla Conferenza Unificata le linee guida del trasporto pubblico con le misure organizzative per il contenimento della diffusione del Covid-19 e le modalità di informazione agli utenti.
“Ancora una volta il buon senso e l’impegno delle Regioni hanno fatto fare un passo avanti al Paese verso il ritorno alla normalità. Poco fa è stato raggiunto l’accordo con il Governo che prevede i limiti di affollamento dei mezzi pubblici in vista della riapertura della scuola. Sia treni sia autobus viaggeranno all 80% della capienza, ovviamente con obbligo di mascherina a bordo”. Lo dichiara il presidente della Liguria Giovanni Toti su Facebook. “Ciò consentirà di garantire il trasporto per tutti. Ora il Governo si impegni a trovare risorse aggiuntive per il trasporto pubblico locale, già in grave sofferenza per i mesi di stop”, aggiunge

( Fonte La Stampa )


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.