Un concorso canoro per talenti e per sostenere la Casa della Musica

71

Nuovo cnocorso canoro per Latina. Stmattina presso la sede del D.M.I. di Latina (Dizionario della Musica in Italia) è stata presentata la prima edizione del concorso canoro per autori e cantautori di Latina dal titolo “Una canzone di Natale per Latina”, ideato dall’Associazione Minerva in collaborazione con  il Collegium Musicum di Latina e la pagina facebook Radio Web Latina. Insomma, un concorso canoro dedicato ai musicisti della città di Latina.

Un concorso che servirà anche a sostenere il progetto della Casa della Musica di Latina che da oltre 10 anni (sic!) non riesce ancora a diventare definitivo nonostante sia già stato ampiamente finanziato dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali con due milioni di euro a cui si sono aggiunti quelli di un mutuo accesso dal Comune di Latina. Il prossimo 24 ottobre, infatti, scadrà la data per indire il bando europeo di progettazione che rappresenta la prima fase a cui dovrà seguire un secondo bando edilizio. Ad oggi, però, di questo bando non si hanno notizie e la paura, prima di tutto del Maestro Claudio Paradiso, Presidente del D.M.I. e ideatore del progetto Casa della Musica, è che anche questi ulteriori finanziamenti vengano persi così come sono stati persi i fondi regionali che erano stati stanziati per la Casa della Musica e che poi sono tornati indietro già diversi anni fa, per poi confluire nel progetto della Casa della Musica a Velletri.

Il concorso, fortemente voluto dal Presidente dell’associazione Minerva, Annalisa Muzio, servirà, dunque, a sostenere questo importante progetto per Latina e per promuovere e favorire la cultura, in particolare quella musicale e, soprattutto dare voce ai talenti locali.

 “Anche l’iniziativa che stiamo presentando oggi – ha spiegato il presidente di Minerva, Annalisa Muzio – è un’iniziativa che Minerva sta portando avanti con altri soggetti perché solo lavorando insieme e facendo rete tra associazioni possiamo riuscire a fare grandi cose per la nostra città. Questo progetto, inoltre, contiene in sé tre diversi concetti importanti: musica, cultura ma anche economia perché La casa della Musica è una struttura che, se finalmente realizzata, significherebbe creazione di nuovi posti di lavoro e indotto turistico. Ringrazio  il Maestro Paradiso per averci accolti oggi in questi posto bellissimo che è già un punto di riferimento importante, a livello nazionale, per la raccolta di materiale provenienti da donazioni tra spartiti, strumenti musicali, vinili, fotografie etc. Un grazie anche al Collegium Musicum e a radio Web per avere deciso di partecipare all’organizzazione di questo concorso che vedrà la premiazione del vincitore il prossimo 18 dicembre, giorno simbolico per tutti noi, visto che coincide con il natale della nostra città”.

 “Un ringraziamento a tutti voi per avere voluto sostenere questo progetto che seguo ormai da diversi anni – ha affermato il Presidente di D.M.I. Claudio Paradiso. Mancano solo 7 giorni alla scadenza per indire la prima parte del bando europeo previsto, ma non ho ancora avuto riscontri da parte del Comune. Spero che anche questa volta tutti gli sforzi fatti per fare aggiudicare a Latina un bando nazionale così importante non vadano persi. Avere stilato un progetto che ha avuto la meglio su quelli presentati da grandi ed importanti città come Milano, Venezia, Roma, Bari, e averlo vinto, è importante. Abbiamo già perso due milioni e mezzo stanziati dalla Regione Lazio anni fa e oggi non possiamo permetterci di perdere anche questi altri fondi che permetterebbero finalmente di realizzare la Casa della Musica, un’opportunità importante per la nostra città; andremo a realizzare un archivio enorme ma soprattutto potremo costruire, lì dove oggi invece c’è il mercato coperto (parte che fa parte del progetto della Casa della Musica) un auditorium tutto completamente rivestito in legno e quindi con un ottima acustica, con 150 posti a sedere, dove tenere concerti, incontri, convegni e dove si potrebbero registrare brani. Una sala registrazione che oggi non abbiamo, motivo per cui molti dei nostri talenti emigrano in altre città”.

Insomma, il timore che anche stavolta, come accaduto nel 2012, i soldi tornino indietro e vadano a finanziare altri progetti è concreto. Sembra una corsa contro il tempo, sebbene a dire il vero il sindaco Damiano Coletta pochi giorni orsono aveva rassicurato lo stesso Paradiso che i tecnici comunali che stavano lavorando al progetto erano in linea con la scadenza. Ma Paradiso non si fida più, sa che l’inferno è in terra e la musica dalle parti di Latina non è certo celestiale.

Dello stesso avviso anche Teodora Baldin, vice presidente del Collegium Musicum di Latina, che ha ribadito come un auditorium così strutturato potrebbe anche supplire a tutte le carenze che il teatro D’Annunzio di Latina presenta. Al tavolo dei relatori anche Antonella Ruscello, fondatrice della pagine Facebook Radio Web Latina che si occupa proprio di fare conoscere i talenti, i gruppi e le band musicali della provincia di Latina, e Maurizio Abbenda musicista e parte della giuria tecnica del concorso musicale. A decretare il vincitore di questo concorso canoro natalizio sarà, infatti, una giuria composta da membri accreditati nel settore musicale e giornalisti, come Maurizio Abbenda, Michele Sganga, Riccardo Primitivo, Antonella Ruscello, Renata Guerrini.

I brani dovranno essere legati alle atmosfere del Natale. Potranno partecipare autori e cantautori residenti nel Comune di Latina, gruppi e band, purché almeno un elemento sia residente nel nostro comune. Per partecipare bisognerà essere maggiorenni. I brani dovranno avere una durata massima di 4 minuti e dovranno fare riferimento alla città di Latina e alla sua atmosfera natalizia. I brani potranno anche essere non cantati dall’autore ma comunque dovranno essere cantati da una persona di Latina. Tutti coloro che vorranno partecipare potranno inviare il materiale necessario in formato digitale all’indirizzo mail natalatina.contest@gmail.com, fino al prossimo 20 novembre, unitamente alla scheda di adesione debitamente compilata e sottoscritta e al foglio della privacy che si potranno trovare sulla pagina Facebook dell’associazione Minerva Latina. Entro il prossimo 7 dicembre la giuria tecnica selezionerà i 3 brani finalisti che verranno votati successivamente dalla giuria popolare attraverso i social. In palio, per il vincitore, un assegno pari a 300 euro e la possibilità di registrare il proprio brano in uno studio di registrare il proprio brano in uno studio di registrazione, premio offerto dal Collegium Musicum e da Sonicview Sound Factory. 


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.