Volley serie B girone G, l’Hydra si impone sulla Station Service Roma

236

hydra-station-service

CIS RETI TLC HYDRA VOLLEY LATINA – STATION SERVICE ROMA = 3-1
(25-22; 25-18; 20-25; 25-21)
HYDRA VOLLEY: Quartarone 7, Testagrossa 9, De Luca 17, Di Coste 2, Ranieri
Tenti 8, De Fabritiis 4, Bacca 12, Rossi 1, Sorgente (L). n.e. Gallani,
Catania. 1° all. Gatto, 2° all. Schivo.
ROMA: Acconci, Pietrangeli 1, Bacci, Rossi 9, Bacciaglia 6, Tozzi 34,
Rizzi 3, Mambelli 1, Cirillo, Pregnolato 9, Marino (L1), Titta (L2). n.e.
D’Orlando.1° all. Budani, 2° all. Saltimbanco.
Arbitri: Grosso, Costa.
Hydra: Bv 5, Bs 11, M 10
Castellana: Bv 3, Bs 16, M 5
Durata set: ’30, ’27, ’26, ’30.

LATINA – La Cis Hydra Volley Latina torna alla vittoria e lo fa contro una coriacea Station Service Roma, infliggendole un 3 a 1 meritato nel computo totale del match, ma che ha visto i ragazzi di Mr. Gatto sudare non poco contro la squadra romana. Una partita dove l’Hydra ha avuto un passaggio a vuoto, condito da diversi errori in attacco, solamente nel terzo set cosa che ha permesso ai capitolini di ridurre le distanze, ma che negli altri set ha impresso il proprio gioco, tirando fuori gli artigli quando è servito, cosa questa che ha consentito di portare a casa una vittoria importantissima contro una diretta rivale per le prime piazze della classifica. Gran equilibrio in avvio, dove viene rispettato il cambio palla rotto solo da un muro di Bacciaglia su Ranieri Tenti, break che fa girare Roma in avanti 8-6 alla prima sosta. La squadra di Mr. Gatto appare un po’ contratta nelle prime battute, Roma cerca di approfittarne, De Luca non inquadra il campo e manda Roma sul 13-10, cosa che dura poco per fortuna, infatti i ragazzi pontini si riprendono velocemente e vanno a recuperare prima i capitolini e poi operano il sorpasso,girando avanti alla sosta successiva sul 16-15. Al rientro la Station si riprende e fa un break di 3-0 tornando in vantaggio, ma nessuno ci sta a mollare e si procede con un finale di set decisamente emozionante giocato punto su punto, Di Coste mura Rossi e riporta i suoi sopra di due, 23-21 fino all’attacco fuori al centro di Roma che consegna il set alla Cis Hydra sul 25-22. Avvio prepotente della Cis in partenza del secondo set, Quartarone al servizio fa due aces e porta i suoi sul 4-1 e successivamente ci pensa un caricatissimo Ranieri Tenti a condurre i compagni sul punteggio di 8-6. Roma appoggia tutte le proprie giocate sull’opposto Tozzi e così cerca di rimanere attaccata ai propri avversari che continuano a fare punti, 11-7 Hydra. Quartarone quest’oggi sembra davvero ispirato nella sua distribuzione, chiamando a turno i suoi attaccanti che lo premiano in ogni occasione, così facendo l’Hydra vola sul 14-8 cosa che diventa in poco tempo 16-9 alla sosta tecnica. I ragazzi di coach Gatto sembrano avere i veri occhi della tigre, indemoniati, tutti, buttano continui palloni a terra e arrivano fino al 18-9 con i muri consecutivi di Ranieri Tenti e Testagrossa. Su questo trend la Cis Hydra si crea le basi per andare nel finale di set con una certa tranquillità, 22-15 il punteggio che è il preludio alla conquista del parziale che avviene sul 25-18 dopo l’errore al servizio di Pietrangeli. La Station riparte nel set successivo con lo spirito di un animale ferito, subito 5-1 per i romani che vanno poi sull’8-4 grazie al solito Tozzi. La
Cis reagisce e recupera terreno, ma la Station non vuole cedere e prova ad accelerare, l’Hydra di contro desidera rimanere attaccata e grazie anche a degli errori della formazione capitolina, va a pareggiare lo score sul 12 a 12. Ora si va avanti cercando di rispettare i cambi palla fino ad un ace di De Fabritiis che porta l’Hydra sul 16-15. La Station con Pietrangeli al servizio va sul 19-17 e successivo 21-18 con qualche errore di troppo dei ragazzi pontini. Dopo il time out richiesto dal coach Gatto, le cose non cambiano, ancora errori in attacco della Cis, Roma ringrazia e va sul
23-19 prendendo fiducia in finale di set e costruendosi il setball per poi chiudere sul 25-20 proprio con un muro del suo opposto. Nuova partenza decisa della Station nel quarto set, 4-1 con Pregnolato in evidenza, ma l’Hydra pareggia subito anche grazie al rosso inflitto dagli arbitri a Pietrangeli per proteste. La squadra romana si innervosisce e subisce un nuovo rosso questa volta dato alla panchina, sempre per vivaci proteste da parte del coach Budani e questo catapulta l’Hydra sull’8-5. Successivamente De Luca sembra finalmente essere tornato determinante per
il gioco d’attacco della Cis Hydra, che va sul 12-10, ma Roma sempre grazie al solo Tozzi rimonta e si porta a meno uno, 14-13. le squadre ora si fronteggiano a viso aperto, senza esclusioni di colpi, 17 pari, ma poco dopo l’Hydra opera un break importante con due aces consecutivi di Di Coste prima e Rossi poi, portando le squadre sul 21-19. Sale il pathos su questo finale di set, la Station sbaglia due attacchi consecutivi e proietta l’Hydra sul 23-19: i romani accorciano di una lunghezza ma è un muro di Testagrossa a chiudere le ostilità sul 25-21 e regalare una vittoria importantissima quanto salutare alla Cis Hydra. Il coach Gatto a fine match: “Abbiamo fatto una bella partita contro una formazione che ha una rosa molto ampia e di qualità, abbiamo studiato molto bene la partita e si è notevolmente visto nei primi due set, poi loro hanno mischiato un po’ le carte in campo, noi commesso degli errori in attacco che ci sono costati il set. Nel quarto siamo stati bravi e cinici quando era il momento di farlo, ma nel complesso credo che la
vittoria sia meritata”.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.