W L’Italia

17

Salve.

Sono italiano e sono orgoglio di esserlo. Di quell’Italia povera, dignitosa, un po’ stracciona, un immenso laboratorio di umiltà e genialità.

Insomma l’Italia a cavallo tra gli anni cinquanta e sessanta.

L’Italia Laboriosa e Dignitosa.

Quella che voleva abbandonare alle spalle, anni perduti dietro vani sogni ed illusioni.

Quell’Italia, anche se volessimo un po’ sbarazzina.

Premetto, non giudico: analizzo.

Ricoprire ruoli istituzionali non è sempre facile, anzi direi per niente facile.

E’ facilissimo condannare e giudicare, difficile coordinare ed eseguire.

Necessita rimanere al passo con i tempi.

Guardare pragmaticamente alla realtà che ci circonda, ed ai bisogni.

Non condivido le soluzioni semplicistiche, che come risultato hanno nel breve l’illusione della risoluzione dei problemi, per poi nel medio lungo ritrovarseli di nuovo in pancia.

Politica? Politica Economica? Quali?

La ricchezza di un popolo, in visione singola, viene determinata dal LAVORO, che crea DIGNITA’ e dalla STABILITA’.

In visione globale, sarebbe auspicabile una Unione Europea sancita da una Unica Costituzione e non da trattati.

I vantaggi sarebbero tantissimi.

La nostra terra, i nostri Comuni, le nostre donne ed i nostri uomini, sono in definitiva un popolo semplice.

“Gli affamati ed i disoccupati sono il materiale con il quale si edificano le dittature.”

https://www.frasicelebri.it/frase/sandro-pertini-gli-affamati-ed-i-disoccupati-sono/

 

Marco Isone.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.