SABAUDIA- Erano ormai alcune settimane che l’ingegner Innocenzo D’Erme aveva deciso di mollare e quel giorno è arrivato, proprio nel pieno della pandemia, che sta mettendo in ginocchio il settore  più importante dell’economia della città delle dune : il turismo.

Al posto di D’Erme arriva l’architetto Pio Tacconi. Sarà lui, da domani, al timone dell’urbanistica e del territorio.Un settore delicato e importante. Organizzare il rilancio delle infrastrutture,  rispettando l’ambiente, recuperando cubature ormai abbandonate, compresi i 40 immobili sottratti alla mafia e alla malavita organizzata. Queste le priorità. Le  strutture dovranno diventare dei contenitori vitali e innovativi, a beneficio di tutta la comunità di Sabaudia, pensando al dopo coronavirus, quando bisognerà rimodellare tutta la nostra vita per poter usufruire ugualmente delle bellezze naturali che questa terra possiede da sempre.Un compito arduo, ma non impossibile.Per questo il sindaco, Giada Gervasi, si è affidata ad un architetto, funzionario dell’ente provincia, che conosce il territorio ed ha una gran voglia di poter ben figurare per scommettere,nel momento più difficile, sul futuro della città delle dune, tanto amata dai grandi scrittori, quali Moravia e Pasolini e dal regista Bernardo Bertolucci.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.