BASKET SERIE A2. Le 10 cose da sapere (e che forse non sapevate) della Serie A2 – Giornata 9

57

FORTITUDO BOLOGNA, PARTENZE A CONFRONTO – Il record di 8-0 non rappresenta la miglior partenza della Fortitudo in Serie A2. Nel 2018/2019, campionato che poi terminò con la promozione in Serie A, la squadra allora guidata da Antimo Martino ebbe una partenza 9-0. Per poi cadere la prima volta in stagione sul campo della Bakery Piacenza (78-72). Era il 2 dicembre 2018, unico superstite in biancoblu Matteo Fantinelli, in quella Bakery giocavano Marques Green, Andrea Crosariol ed un Alan Voskuil da 8/10 da 3. Mercoledì, nel recupero di Udine, la squadra di Attilio Caja gioca anche per impattare quella partenza. La Flats Service resterà poi in Friuli, per giocare sabato sera a Cividale. E chiudere l’andata ospitando il 26 novembre Verona, al PalaDozza. Contro Cento la F ha fatto registrare il nuovo record di presenze stagionali, con 5490 spettatori.
TRAPANI, HORTON COMINCIA A VOLARE – Nel successo casalingo di Trapani su Torino, che ha confermato gli Shark in vetta solitaria al girone Verde, ancora in evidenza Chris Horton, autore di una super prestazione da 19 punti, 10 rimbalzi, 7 assist, 4 stoppate e 8 falli subiti in 35 minuti, per 44 di valutazione, record stagionale. Il centro Usa classe ’94, 203 centimetri, giunto in Sicilia a stagione iniziata, ha elevato decisamente il suo rendimento nelle ultime due gare; era stato decisivo anche nell’importante vittoria di Treviglio, con 18 punti, 9 rimbalzi e 4 assist in 33 minuti sul parquet. Nelle prime cinque gare stagionali era andato in doppia cifra per punti solo nella sconfitta casalinga con Cantù, totalizzando medie, comunque positive, di 9 punti e 6.8 rimbalzi in 23 minuti, a conferma di un inserimento graduale nelle rotazioni di coach Parente.
CAMPOGRANDE, TRIESTE VA A SUON DI TRIPLE – Trieste si aggiudica il secondo derby regionale in una settimana, avendo la meglio di Cividale, dopo il rocambolesco successo su Udine del turno precedente. In grande evidenza Luca Campogrande (nella foto), miglior realizzatore dell’incontro con 21 punti in 22 minuti, con un roboante 7/9 da 3 punti. In una serata da 19 triple di squadra dei giuliani, su 40 tentativi, per un ottimo 48% dall’arco. Non è la prima performance da ricordare da 3 punti per i giocatori biancorossi in stagione; Justin Reyes, nella gara persa a Cento al supplementare, ne aveva realizzate 5 su 10, per 30 punti finali. Ancora più clamorosa la prova di Ariel Filloy nella vittoria di Piacenza, con 9 canestri pesanti a bersaglio, su 12, per 29 punti conclusivi, in soli 24 minuti. Senza dimenticare che un altro canestro dall’arco, di tabella, di Eli Brooks, aveva regalato ai triestini la vittoria nel derby su Udine, a fil di sirena…
FARE FALLO!… – Se vi andate a rivedere le immagini del finale di Assigeco-Tezenis, sulla tripla della parità a quota 72 di Gabe Devoe (a 6” dalla sirena) vedete entrare nell’immagine un…alterato Stefano Salieri. Per il fallo che né Bonacini né Sabatini hanno avuto la freddezza di compiere, sul +3 Piacenza, prima che l’americano di Verona innescasse il movimento di tiro. La tripla di Querci ha poi evitato conseguenze peggiori per una squadra che arrivava alla gara con tre sconfitte sul filo (-3 con Forlì e Trieste, -2 a Bologna sbagliando il tiro della vittoria). Situazione tattica abbastanza simile a quella accaduta a Cento la settimana precedente, quando, sul +3 per la Sella, mancò il fallo di Archie su Maspero che poi concesse a Stewart la tripla del pareggio che valse il supplementare. In quel caso, Cento ha poi pagato l’errore con la sconfitta.
MORASCHINI IS BACK – Indossando la maglia di Cantù, Riccardo Moraschini (nativo di Cento, 8 gennaio 1991, 1-2 di 1.94) riappare in Serie A2 a distanza di sei anni dall’ultima stagione disputata. Era il 2017/2018, indossava la maglia di Mantova, portò a termine un’annata da 13 punti, 4.5 rimbalzi e 3 assist di media, giocando 30’ a partita (con il 42% da 2, il 29% da 3 e l’82% ai liberi). L’anno prima aveva testato la Serie A con Trento, esperienza che aveva chiuso il primo ciclo mantovano, fatto da due campionati precedenti (2014-2016). Le statistiche indicano però l’ultima giocata quale miglior stagione in A2 per produzione di punti, rimbalzi ed assist, a parità di minutaggio. Nel suo percorso 32 presenze in Nazionale maggiore ed un argento agli Europei Under 20 del 2011. Di quella squadra, nell’attuale A2 ritrova Baldi Rossi (suo nuovo capitano) e Ceron (Chiusi).
LA SERIE APERTA DI NARDO’ – Piacenza (casa), Cividale (trasferta), Orzinuovi (casa), Cento (trasferta) e Rimini (casa) rappresenta la serie di vittorie (aperta) di Nardò. Che ovviamente è seconda solo a quella della Fortitudo Bologna. Ed è stata ottenuta con un differenziale complessivo di appena 21 punti, quasi identico al -19 subito dai salentini nella trasferta di Forlì. Le avversarie di cinque delle prossime sei gare (Verona, Udine, Forlì, Trieste, Bologna), con unico intermezzo il turno casalingo con Chiusi, faranno chiarezza sulle potenzialità della squadra pugliese in ottica playoff. Obiettivo di stagione.
LANDI TORNA PROTAGONISTA, MILANO VA – L’Urania Milano torna sopra il 50% di vittorie in campionato grazie al prezioso successo nell’anticipo sulla Luiss Roma, maturato grazie ad un secondo tempo da 58-35 di parziale. A brillare, in assenza dei lungodegenti Beverly e Lupusor, è stato Aristide Landi, autore di 24 punti in 29 minuti, con 7/13 dal campo, 6/6 ai liberi, 7 rimbalzi e 8 falli subiti. L’ala/centro lucana classe ’94, 203 centimetri, ha registrato la miglior prova stagionale, a coronare un positivo avvio di stagione, da 9.8 punti e 4.9 rimbalzi in 22.1 minuti; il tutto dopo esser giunto a Milano nei giorni precedenti la prima gara di campionato a Treviglio, dopo un precampionato svolto da aggregato a Brindisi in Serie A. L’anno scorso, con Rimini, aveva ottenuto 7.8 punti e 3.7 rimbalzi in 18.9 minuti; nel suo palmares due scudetti Under 19 con la Virtus Bologna (2012, 2013) e l’oro europeo Under 20 con la Nazionale azzurra nel 2013, oltre alla promozione in Serie A con la Virtus Roma nel 2019.
LATINA, È UN “SACCO” BELLO – Esordio vincente per Giancarlo Sacco sulla panchina della Benacquista Assicurazioni Latina. Il coach pesarese, 66 anni, subentrato in settimana a Giuseppe Di Manno, ha guidato i nero-azzurri ad un’importante vittoria nel confronto diretto sul campo di Monferrato, in una gara già indirizzata nel primo tempo, chiuso avanti 27-49. Grandi protagonisti i due stranieri Ivan Alipiev, 24 punti in altrettanti minuti, e Frank Gaines, 21 punti all’attivo; ottimo contributo anche di Salvatore “Sasà” Parrillo, con 18 punti. I laziali lasciano così l’ultimo posto, agganciando il duo Luiss-Monferrato a quota 4 in classifica, potendo contare il confronto diretto favorevole con entrambe (due successi su due ottenuti in trasferta); nel prossimo turno la Benacquista cercherà il primo successo casalingo nell’impegnativa sfida con Treviglio.
ASSIST, CHE LOTTA A 5 PER IL PRIMATO! – È grande lotta per il primato nella classifica degli assist in Serie A2, con ben cinque registi oltre i 7 di media; leader è Gherardo Sabatini (Assigeco Piacenza) con 8.1, tre gare oltre i 10 (massimo 13 contro Rimini alla prima giornata). Seguono Anthony Hickey (Acqua S.Bernardo Cantù) con 8.0 (mai sotto i 6, record di 13 in casa dell’Urania Milano) e Luca Vitali (Gruppo Mascio Treviglio) con 7.8 a gara (cinque gare con almeno 9 assistenze, reduce dal primato stagionale con i 13 serviti contro la Juvi Cremona). In quarta posizione, con 7.1 assist di media, sono a pari merito Andrea Amato (Wegreenit Urania Milano), reduce anch’egli dal massimo stagionale con gli 11 registrati con la Luiss Roma, e Matteo Fantinelli (Flats Service Fortitudo Bologna), che in questo torneo ha già due partite da 11 assist (in casa di Nardò e contro Piacenza).
IN AGENDA: DIVENTA AL VENERDI’ LA SERIE A2 SU RAISPORT – Con la diretta del 17 da Milano di Wegreenit Urania-Reale Mutua Torino, le dirette di Serie A2 su RaiSport HD approdano al venerdì sera (20.45). Collocazione che, come annunciato ad inizio stagione, diventa quella abituale e prevista per 6 delle 8 dirette già calendarizzate, a partire da quella dello scontro di alta classifica dell’Allianz Cloud per arrivare al 4 febbraio 2024. Le uniche domeniche televisive saranno il 17 dicembre (per Luiss Roma-Cantù, alle 17.30) e quella del 4 febbraio (ore 18.00), ultimo turno di ritorno e per il quale vige l’obbligo della contemporaneità. Le dirette domenicali finora trasmesse erano legate ad esigenze di palinsesto RaiSport.
A cura dell’Area Comunicazione
di Lega Nazionale Pallacanestro


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.



Articolo precedenteFeste finite nel sangue a Sabaudia e Sermoneta: fermati i presunti assassini dei due omicidi
Articolo successivoTassa rifiuti : Il record spetta a Latina il capoluogo più caro d’Italia. L’aumento è del 31,2%
Paolo Iannuccelli è nato a Correggio, provincia di Reggio Emilia, il 2 ottobre 1953, risiede a Nettuno, dopo aver vissuto per oltre cinquant'anni a Latina. Attualmente si occupa di editoria, comunicazione e sport. Una parte fondamentale e importante della sua vita è dedicata allo sport, nelle vesti di atleta, allenatore, dirigente, giornalista, organizzatore, promoter, consulente, nella pallacanestro. In carriera ha vinto sette campionati da coach, sette da presidente. Ha svolto attività di volontariato in strutture ospitanti persone in difficoltà, cercando di aiutare sempre deboli e oppressi. É membro del Panathlon Club International, del Lions Club Terre Pontine e della Unione Nazionale Veterani dello Sport. Nel basket è stato allievo di Asa Nikolic, il più grande allenatore europeo di tutti i tempi. Nel giornalismo sportivo è stato seguito da Aldo Giordani, storico telecronista Rai, fondatore e direttore della rivista Superbasket. Attualmente è presidente della Associazione Basket Latina 1968. Ha collaborato con testate giornalistiche locali e nazionali, pubblicato libri tecnici di basket e di storia, costumi e tradizioni locali Ama profondamente Latina e Ponza, la patria del cuore.