Buone notizie dal fronte covid: Italia prima in Europa per vaccinazioni e l’ok al vaccino di Moderna

48

ROMA – In una settimana in cui la curva del contagio è ormai inesorabilmente in aumento e l’Italia si prepara alla terza ondata, ci sono almeno due notizie che dovremmo celebrare.

Nonostante un inizio di campagna vaccinale un po’ incerto, con vari pasticci in alcune regioni e il ritardo del vaccino di Oxford/AstraZeneca su cui avevamo puntato maggiormente, oggi l’italia è prima in Europa per numero di vaccinati in relazione alla popolazione. In numero assoluto, solo la Danimarca ha iniettato più dosi, ma a fronte di una populazione molto inferiore.

Inoltre, da oggi, al vaccino di Pfizer-BioNTech si aggiunge quello di Moderna. Il commissario per l’emergenza assicura la disponibilità di 30 milioni di nuove dosi, che verranno consegnate la settimana prossima. Queste dosi verranno inizialmente utilizzate per vaccinare medici e infermieri. Da Febbraio dovrebbe inoltre partire la vaccinanzione di massa vera e propia, con priorità agli 80enni e alle categorie più fragile (disabili, pazienti oncologici e con altre patologie). La priorità dipenderà dal rischio individuale e dall’esposizione al contagio. Nelle fasi successive si prevede l’immunizzazione di insegnanti,  forze dell’ordine, dipendenti dei trasporti e detenuti. Una volta avviata, la campagna vaccinale della popolazione avverrà con postazioni diffuse anche in strade e piazze, coinvolgendo anche pediatri e medici di famiglia.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.