PONTINIA – Grande successo di critica e di pubblico ha riscosso il convegno “Fratelli d’Italia: verso una nuova Europa”, tenutosi la settimana scorsa presso l’Hotel Ares di Pontinia, per l’organizzazione del circolo locale del partito della premier Meloni.

Vasto l’uditorio, composto in prevalenza da imprenditori del settore agroalimentare e professionisti, ma anche da tanti semplici cittadini, sollecitati alla partecipazione dalla rilevanza e dalla stringente attualità del tema trattato.

Ad aprire il convegno sono stati gli interventi appassionati dei dirigenti locali del partito, tra cui Vincenzo D’Agostino, coordinatore di partito a Pontinia, Andrea Fabbri e Riccardo Baraldi. Accanto a loro, il dirigente provinciale di Fratelli d’Italia, Giuseppe Mochi, ha contribuito a delineare la visione del partito in relazione alle esigenze del territorio.

Tra i personaggi di spicco del partito che hanno contribuito ad arricchire il confronto, l’europarlamentare Nicola Procaccini, il coordinatore provinciale Senatore Nicola Calandrini, e il vice presidente della commissione agricoltura alla Regione Lazio, l’onorevole Vittorio Sambucci. Questi ospiti illustri hanno portato ulteriori prospettive e competenze alla conferenza.

Durante gli interventi, è emerso che l’azione di Fratelli d’Italia in Europa ha avuto un impatto significativo nel far recedere Bruxelles da alcune misure impositive e penalizzanti per i produttori agricoli italiani. A tal proposito Nicola Procaccini ha sottolineato l’importanza di invertire le politiche europee, rendendole più aderenti alle reali esigenze dei cittadini e delle imprese. Ha inoltre criticato l’ambientalismo ideologico di Bruxelles, evidenziando che un approccio cieco e non adattabile alle realtà locali può determinare gravi conseguenze economiche e sociali e che le proteste degli agricoltori, in Italia e in Europa, non rappresentano altro che una giusta risposta al radicalismo green voluto dalla Commissione Europea.

Il parlamentare europeo ha sottolineato che la prospettiva elettorale è uno strumento fondamentale per realizzare l’obiettivo di cambiare l’approccio europeo. Ha esaltato il lavoro del governo italiano, guidato da Giorgia Meloni, come una ventata di concretezza che sta già portando un’aria nuova in Europa.
E, dopo aver lodato l’azione del governo italiano guidato da Giorgia Meloni, definendola “una ventata di concretezza che sta già portando un’aria nuova in Europa”, ha ribadito che la prospettiva elettorale è uno strumento fondamentale per realizzare l’obiettivo di cambiare l’approccio europeo.

In conclusione, Procaccini ha esaltato il ruolo di agricoltori, pescatori e allevatori, “i primi ecologisti”, impegnati nella tutela dell’ambiente in cui operano ed espresso la necessità di tutelare gli interessi nazionali in Europa, permettendo agli Stati membri di decidere autonomamente ciò che è meglio per i loro cittadini e le loro imprese.

Sulla stessa lunghezza d’onda l’intervento del senatore Nicola Calandrini, che ha evidenziato l’importanza delle misure adottate dal governo italiano nel sostenere le categorie produttive, con particolare attenzione agli agricoltori, e nel perseguire l’obiettivo di portare in Europa la qualità del lavoro.

Il convegno si è chiuso con un forte appello all’azione, ravvisando la necessità di un impegno concreto per cambiare l’Europa in favore di imprese, cittadini e delle specifiche esigenze territoriali italiane.

La discussione a Pontinia sembra aver aperto un capitolo importante nella corsa di Fratelli d’Italia verso Bruxelles.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.



Articolo precedenteVincenzo Schettini a Latina: il prof di fisica più famoso del web a confronto con gli studenti pontini
Articolo successivoBaseball, il pontino Alex Sambucci nominato hitting coach della Crocetta Parma