LATINA – “Il 14 aprile 2021 presentai in Consiglio Comunale una mozione nella quale, in qualità di prima firmataria, richiedevo al Comune di Latina di impegnarsi a mettere in atto tutte le azioni possibili al fine di evitare che le otto Associazioni Combattentistiche ospitate presso la Casa del Combattente dovessero abbandonare tale struttura in quanto di proprietà del Demanio”.

Ad affermarlo, in una nota, la Cons. Matilde Celentano – Capogruppo Fratelli d’Italia.

“La mozione fu approvata all’unanimità: tuttavia, a più di 14 mesi di distanza da quel giorno, proprio quando il pericolo sembrava scongiurato le Associazioni sono state raggiunte da una nuova lettera del Demanio, nella quale si comunica un sopralluogo all’interno del bene al fine di visionare lo stato dei luoghi in vista di un imminente sfratto. A questo punto viene da chiedersi: quali sono state le azioni messe in campo dall’attuale amministrazione negli ultimi 14 mesi? Cosa è stato fatto per tutelare le otto Associazioni Combattentistiche e d’Arma, ospitate nella Casa del Combattente dal lontano 1933?

L’edificio di piazza San Marco, infatti, è da sempre stato vissuto da diverse realtà le quali, con le loro attività e i loro eventi, lo hanno reso un prezioso riferimento culturale per l’intera comunità; inoltre, secondo una Declaratoria del 2009, la Casa del Combattente è sottoposta a vincolo storico-artistico, per cui un uso diverso sarebbe del tutto incompatibile.

Dato che il Comune sembra aver dimenticato l’impegno preso, il Gruppo Consiliare di Fratelli d’Italia presenterà a breve un Question Time, al fine di comprendere quali siano le reali azioni messe in campo dall’Ente di Piazza del Popolo per scongiurare la revoca della concessione ed il conseguente rilascio dell’edificio: dopo aver approvato la mozione, è opportuno che l’attuale amministrazione si mobiliti una volta per tutte per evitare un cambiamento tanto dannoso per le Associazioni, già in passato da me definite autentiche “Custodi della nostra Memoria” chiosa la Cons. Celentano.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.