Cavalla muore improvvisamente in un centro di recupero

164

VOLTERRA – Non è la prima volta, anzi, che negli ultimi anni ci si ritrova di fronte a un simile esemplare che muore improvvisamente per cause ignote. Una scena straziante che ogni volta rimane senza colpevole.

La cavalla si trovava al centro di recupero IHP di Tignano quando improvvisamente, si è accasciata a terra per poi alzarsi un ultima volta prima di rantolare e morire alle ore 8,55 di ieri.

La cavalla aveva 26 anni ma non è la prima vittima di morte ignota, infatti, altri 17 animali erano morti nel corso dei mesi a partire da Gennaio 2019, tutti senza una spiegazione scientifica che abbia chiarito le dinamiche.

IHP aveva deciso già da tempo di installare delle videocamere per capire cosa succedesse, dato che nessuno ha mai potuto escludere morti dolose.

L’autopsia della cavalla verrà svolta dall’Università di Pisa.

Anche recentemente, il 18 Ottobre, un altro cavallo di 25 anni era morto in circostanze simili: all’improvviso, e ancora oggi non è stato reso disponibile il referto dell’autopsia.

“Chiediamo celerità nelle risposte, perché con quella di oggi salgono a 18 le morti improvvise prive di spiegazione. Senza chiarezza sulla causa delle morti rimane impossibile capire cosa stia succedendo da due anni a questa parte”, queste le parole del presidente di IHP.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.