LATINA – Il Concorso Internazionale di Fotografia Città di Latina entra nel vivo e lo fa passando alla sua “fase operativa“. A partire dal prossimo venerdì 14 aprile, infatti, le 40 foto selezionate dalla giuria – tra le centinaia arrivate da tutto il mondo – saranno esposte al Museo Cambellotti, inaugurando ufficialmente la Mostra che sarà solo uno degli eventi nell’ambito del Concorso intitolato “L’umanità, la Bellezza, il Mito“.

L’idea di promuovere un Concorso Internazionale di Fotografia nasce dall’esigenza di conferire a Latina la dimensione di città nel mondo. Già oggi, mentre ci si ostina ad esercitarsi su vecchie divisioni, a Latina convivono cittadini di almeno 63 nazionalità diverse, osservanti di culti religiosi differenti. Latina è già internazionale, come testimonia la presenza di queste diversità”. Con queste parole lo scorso 6 ottobre era stato presentata la prima edizione del “Concorso Internazionale di Fotografia Città di Latina. L’umanità, la bellezza, il mito”, un’iniziativa di Latina Mater, Associazione culturale che riunisce persone accomunate da una radice comune che è quella della cittadinanza, e da una molteplicità di esperienze, di obiettivi e di sensibilità. Oggi, quasi 6 mesi dopo, i suoi componenti hanno reso noto il programma che inizierà il prossimo venerdì 14 aprile, alle ore 18:00, con l’inaugurazione presso il Museo Cambellotti della Mostra della prima edizione del Concorso.

«Non ci sarà solo la Mostra, ma anche tante iniziative di divulgazione in un evento che non vuole essere legato al territorio, dato che Latina è una città del mondo» ha spiegato il giornalista Lidano Grassucci, tra gli organizzatori dell’evento: «Volevamo fare una cosa “normale” in una città dove le cose normali sono straordinarie».

«L’Associazione Latina Mater nasce con l’obiettivo di far conoscere Latina e abbiamo pensato di farlo attraverso la fotografia, dato che quest’ultima dispone della capacità di raccontare e descrivere la società attraverso un linguaggio immediato» gli ha fatto eco l’ex dirigente scolastica Anna De Donato; un concorso «frutto di un anno di lavoro», come aggiunto da Bruno Bulgarelli, e che è il risultato di uno sforzo per «costruire un domani migliore per la nostra città» come chiosato da Alfredo Loffredo: «Il nostro intento era quello di riavviare il processo culturale a Latina, dato che una società senza cultura è una società morta».

Oltre le foto che sarano esposte al Museo Cambellotti, sono diversi gli eventi in programma dal 14 al 28 aprile nel capoluogo pontino tra proiezioni, masterclass e mostre, che si concluderanno l’ultimo venerdì del mese di aprile con la cerimonia di premiazione della prima edizione del Concorso, anch’essa in programma al Museo Civico di Piazza San Marco.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.